Martedì, 14 Marzo 2017 16:24

Cerimonia giapponese del tè (Chanoyu)

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Domenica 19 marzo 2017 dalle ore 11 alle 13, l’Associazione Tondo Rosso e la sala da tè Fiorditè, Via Tuscolana 30, organizzano la Cerimonia giapponese del tè Chanoyu. La dimostrazione sarà tenuta dalla Maestra Sōbi della Scuola Urasenke di Tokyo. Dopo le spiegazioni generali sulla cerimonia, sul tè usato e sugli attrezzi, i partecipanti, in piccoli gruppi, prenderanno parte attiva alla cerimonia consumando un dolcetto tradizionale e bevendo una tazza di tè tradizionale maccha.

Domenica 19 marzo 2017 dalle ore 11 alle 13, l’Associazione Tondo Rosso e la sala da tè Fiorditè, Via Tuscolana 30, organizzano la Cerimonia giapponese del tè Chanoyu. La dimostrazione sarà tenuta dalla Maestra Sōbi della Scuola Urasenke di Tokyo. Dopo le spiegazioni generali sulla cerimonia, sul tè usato e sugli attrezzi, i partecipanti, in piccoli gruppi, prenderanno parte attiva alla cerimonia consumando un dolcetto tradizionale e bevendo una tazza di tè tradizionale maccha.

La cerimonia del tè (cha no yu) è l’arte della preparazione e del modo di servire il tè verde in polvere, chiamato maccha, in presenza di ospiti seguendo precisi rituali ed è una delle arti tradizionali zen più note. Il tè verde fu, infatti, introdotto in Giappone nel XII secolo dai monaci zen che rientravano dai loro studi in Cina.
La cerimonia del tè è oggi praticata in tutto il mondo come prezioso sistema di rilassamento e di autocontrollo rispetto agli eventi della vita.


Costo: €16
Prenotazione obbligatoria:
Cell. 320 6420992
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Sala da tè Fiorditè
Via Tuscolana, 30 (Re di Roma)



Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Domenica, 19 Marzo 2017
  • data fine: Domenica, 19 Marzo 2017
  • Indirizzo: Via Tuscolana 30 roma
Letto 1258 volte Ultima modifica il Lunedì, 20 Marzo 2017 12:47
Show Street View
Alice D

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.