Giovedì 11 aprile alle ore 17.30 il Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma – Roma multietnica presenta, presso la biblioteca Goffredo Mameli, Doris & Hong, tra l'Italia e la Cina, un documentario di Leonardo Cinieri Lombroso. Due donne, due generazioni, due paesi. La geografia è destino, la diversità crea il futuro. Un progetto in crowdfunding per finanziare dal basso il documentario e poter girare la parte finale in Cina. Programma: saluto di benvenuto con del the cinese; pittura cinese live con Hong Zhang, protagonista del documentario; musica cinese dal vivo con il suonatore di erhu, Gao Li Xin; letture di poesie cinesi in italiano e cinese; proiezione del trailer di Doris e Hong; incontro con il regista Leonardo Cinieri Lombroso e le protagoniste; buffet cinese offerto dal ristorante cinese Sonia Hang Zhou.

Le Biblioteche di Roma, in seguito ai drammatici avvenimenti di Lampedusa, hanno dato vita a una serie di iniziative di solidarietà e di sensibilizzazione. Tra queste l'iniziativa Roma come Lampedusa. Racconti dalla Città invisibile, che affronterà in diverse biblioteche il tema delle migliaia di Rifugiati e di Richiedenti asilo invisibili, abitanti dei tanti insediamenti informali e di fortuna, in condizioni di vera emarginazione. L'obiettivo è soprattutto quello di far emergere e denunciare una situazione ancora molto sommersa, pur essendo una grave emergenza, e farla conoscere ai cittadini romani tramite le immagini e le voci dei protagonisti.
Si inizierà alla Biblioteca Appia in via La Spezia, 21 venerdì 29 novembre 2013 dalle 17 alle 20.30. Nel programma si alterneranno proiezioni di corti e documentari dell'Archivio delle Memorie Migranti con le testimonianze di rifugiati, richiedenti asilo, volontari e operatori, che provengono sia dagli insediamenti/occupazioni sia dai centri di accoglienza. L'evento è organizzato insieme all'Associazione Cittadini del Mondo con il Centro Astalli e la Fondazione Integra/Azione. Alla presenza di Silvio Di Francia, Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale e Susi Fantino, Presidente VII Municipio.

A due mesi dalla scomparsa di Nelson Mandela, le Biblioteche di Roma Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, rendono omaggio alla figura del grande uomo di pace e simbolo della difesa dei diritti umani e dell’uguaglianza tra gli uomini, intitolandogli la biblioteca Appia: biblioteca recentemente ristrutturata e ampliata negli spazi e nei servizi. L'evento, che si terrà mercoledì 5 febbraio 2014 dalle ore 18 alle ore 20.30 in via La Spezia, 21, prevede gli interventi di Maria Antonietta Saracino, docente di letterature africane anglofone e traduttrice di Nelson Mandela; Vincenzo Curatola, Presidente dell’Associazione Benny Nato; Ouattara Gaoussou, Presidente del Movimento degli Africani; Gabriella Sanna, Servizio Intercultura Biblioteche di Roma con la moderazione di Igiaba Scego, scrittrice; un reading di brani scelti di Nelson Mandela a cura dell’attrice Felicité Mbezele e di poesie degli scrittori Ribka Sibhatu e Njock Ngana, accompagnati dalla kora di Pape Kanoute; la proiezione del documento video sulla grande marcia delle donne sudafricane verso Pretoria per la restituzione dei lasciapassare, nel 1956. Negli spazi della biblioteca saranno inoltre allestite la mostra Il Sudafrica e il contributo italiano alla lotta all’Apartheid curata dall’Associazione Benny Nato e l’esposizione di libri e oggetti delle culture africane sub sahariane della collezione del Centro interculturale-biblioteca Kel’lam.

Continuano gli incontri dedicati dalle Biblioteche di Roma ai Rifugiati invisibili in fuga da guerre e  persecuzioni.
Il terzo incontro, dedicato alla Siria, si svolgerà mercoledì 26 febbraio 2014 alle ore 17,30 alla Biblioteca Vaccheria Nardi, via di Grotta di Gregna 37. A dare la propria testimonianza saranno rifugiati, richiedenti asilo, volontari e operatori dei centri di accoglienza, cittadini siriani che lavorano e studiano a Roma, che ci racconteranno l’evolversi della situazione in Siria e ciò che stanno vivendo le proprie famiglie e i propri cari.

Martedì 8 aprile 2014 dalle ore 17,30 alla Biblioteca Franco Basaglia, via Federico Borromeo 67, si terrà il quarto incontro del ciclo dedicato ai rifugiati e richiedenti asilo Roma come Lampedusa. Racconti dalla Città invisibile. Si parlerà questa volta del sistema di accoglienza romano e di buone pratiche svolte dalle associazioni con i rifugiati. In programma una maratona di testimonianze di esperti di etnopsichiatria, operatori e ospiti dei centri d'accoglienza, oltre a mostre fotografiche e una performance del gruppo Kermesse dell'associazione PRIME Italia.

Lunedì 9 giugno 2014 alle ore 17.30 appuntamento a Via La Spezia 21, dove, in occasione della fine del corso di italiano per cinesi e del corso di Introduzione alla lingua e alla cultura cinese, la Biblioteca Nelson Mandela e il Servizio Intercultura, organizzano una festa dedicata alla Cina, La Cina in biblioteca, aperta a tutti i curiosi e gli appassionati di Cina, con musica, danze tradizionali, video, poesie, laboratorio di calligrafia cinese e dimostrazione di taijiquan. Per l’occasione sarà allestita la mostra di quadri, dal titolo Vivo nel mio sogno, della pittrice cinese Hong Zhang. La mostra si potrà visitare fino a sabato 21 giugno.

Dal 31 marzo al 5 aprile 2014 la Biblioteca Franco Basaglia ospiterà la mostra Cromofonìe. Sinfonia per immagini di sogni, paure, diritti negati, aspirazioni, desideri dei bambini che vivono a Burj al Shemali, campo di profughi palestinesi nel sud del Libano. In occasione della mostra, martedì 1 aprile alle 18 verrà proiettato il film della regista palestinese Mai Masri Frontiers of dreams and fears. Partecipa Monica Maurer, regista. Venerdì 4 aprile alle 17.30 verrà presentato il libro Nakba. La memoria letteraria della catastrofe palestinese (Edizioni Q, 2013), con Simone Sibilio e Wasim Dahmash.

Venerdì 3 ottobre 2014 le Biblioteche di Roma e Roma Capitale commemorano le vittime della tragedia di Lampedusa avvenuta un anno fa in cui 366 migranti, uomini, donne e bambini provenienti in gran parte dall’Eritrea e anche dalla Somalia, Etiopia, Ghana, Tunisia in fuga dalle dittature, dalle persecuzioni, dalle guerre e dalla miseria hanno incontrato la morte. Per l'occasione 27 biblioteche proietteranno film e allestiranno vetrine di libri sul tema dei Rifugiati. L'evento centrale si svolgerà alle ore 17.30 presso la Biblioteca Vaccheria Nardi in via Grotta di Gregna, 37 (Metro B Santa Maria del Soccorso - Dir. Rebibbia) alla presenza di autorità di Roma Capitale e dell'Istituzione Biblioteche. Ci saranno testimonianze di rifugiati, letture a cura di Giovanna Bozzolo, proiezioni e perfomance musicale di Ziad Trabelsi (Orchestra di Piazza Vittorio) e Sami Jabara.

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, sabato 20 giugno 2015 a partire dalle ore 17, presso la Città dell’Altra Economia, ex mattatoio Testaccio, largo dino Frisullo 1, si terrà la manifestazione Per il diritto alla fuga e alla vita, promossa da Roma CapitaleIstituzione Biblioteche di Roma/Roma multietnica, CAE-Città dell’Altra Economia, Comitato per un Centro Interculturale a Roma, patrocinata dall’UNHCR, e ha già avuto l’adesione di oltre cinquanta associazioni attive sul fronte dei diritti dei rifugiati e dei migranti, della cooperazione internazionale, del volontariato e dell’integrazione culturale. Una maratona di testimonianze e performance, che vedranno alternarsi artisti da tutto il mondo, tra questi: Nour Eddine, Farzaneh Joorabchi, Rashmi V. Bhatt, la crew di Termini Underground, il coro multietnico Quintaumentata, la Piccola Orchestra Torpignattara, il Centro Matemù del CIES e per concludere il grande concerto gratuito di Dobet Gnahoré cantante, danzatrice e percussionista della Costa d’Avorio.

Lunedì 2 marzo 2015 alle ore 16,30 alla biblioteca G. Marconi, via Gerolamo Cardano 135, inizierà un Corso di lingua araba classica per bambini di età compresa fra i 7 e i 10 anni. Il corso, pur essendo aperto a tutti, si rivolge in particolare ai bambini figli di genitori arabofoni, che già hanno familiarità con i vari dialetti ma vogliono imparare l’arabo classico sia orale che scritto. Il corso, tenuto da un'insegnante madrelingua, sarà il lunedì 16,30-18 e il sabato 10-11,30. Iscrizioni entro giovedì 26 febbraio.

Pagina 6 di 22