Venerdì 15 febbraio 2019 alle 16.30 al Museo delle civiltà, nella Sala Conferenze del Museo preistorico etnografico "Luigi Pigorini", piazza Guglielmo Marconi 14, si terrà la conferenza di Claudio Cavazzuti "Radicati nel movimento. Migrazioni e mobilità all'alba della civiltà europea". "Come si diffuse in Europa l'agricoltura? E le lingue indoeuropee? Esistono radici biologiche e culturali delle popolazioni attuali? Attraverso il viaggio di tre individui che vissero in Europa fra 5000 e 3000 anni fa, aiutati dalle ultime scoperte nel campo dell'archeologia, della genetica e della linguistica, scopriremo un'Europa molto più mobile e interconnessa di quanto potevamo immaginarci fino a ieri.

Pubblicato in Convegni

Mercoledì 25 luglio 2018 alle 19 alla libreria Todomodo, Via Bellegra, 44, si tiene l'incontro Cosa succede ai migranti in mare? Cosa succede ai migranti durante i respingimenti? Dove trovano rifugio? I giornalisti e tutti gli altri testimoni sono ammessi sulle navi? Cosa vedono e cosa rischiano? Se ne parla con Erasmo Palazzotto deputato di Liberi e Uguali appena rientrato in Italia dopo essersi imbarcato sulla nave Open Arms, Andrea Costa di Baobab experience. A seguire proiezione del documentario di Andrea Segre e Stefano Liberti Mare Chiuso dove i migranti raccontano in prima persona cosa vuol dire essere respinti, cosa accade su quelle navi.

Pubblicato in Immigrazione

Dal 14 al 21 settembre 2018, a  Roma e a Trieste, in occasione dell’uscita del volume di racconti Pourquoi? Conte avec mort inopinée de son auteur, edizioni Artdigiland promuove, alla presenza dell’autore, Migrazioni, Memoria, Utopia. Omaggio a Marc Scialom, manifestazione di cinema, letteratura e coscienza civile promosso da Artdigiland Ltd,
a cura di Silvia Tarquini, realizzata in collaborazione con AAMOD - Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, festival I Milleocchi, Institut Français saint Louis, libreria Stendhal, Apollo 11 e cineclub Detour. Dal 14 al 21 settembre, una serie di appuntamenti permetterà al pubblico romano – con una puntata a Trieste per I Milleocchi – di incontrare Marc Scialom e di conoscere il suo cinema e la sua produzione letteraria. Scrittore, cineasta, traduttore francese della Divina Commedia di Dante, residente oggi ad Avignone, Scialom è autore di due lungometraggi: Lettre à la prison (1969) e Nuit sur la mer (2012) che trattano, in maniera soggettiva e poetica, i temi dell’identità culturale dei migranti, delle derive del post colonialismo e del razzismo sotterraneo o esplicito, toccando l’aspetto della vulnerabilità della donna in tali contesti.

Pubblicato in Cinema