Stampa questa pagina
Mercoledì, 30 Marzo 2016 15:12

Roma Forestiera: musiche e storie migranti in città

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Giovedì 31 marzo 2016, alle ore 19.30, il Teatro di Villa Torlonia, Via Lazzaro Spallanzani 1/a, ospita l'evento Roma Forestiera: musiche e storie migranti in città. La serata prevede la partecipazione del Coro Multietnico Romolo Balzani, del Coro dei bambini del Bangladesh Sanchari Sangeetayan e tante altre voci di paesi diversi. Alle musiche si intrecceranno i racconti di migrazione scritti e letti da giovani migranti, a cura dall’Archivio Memorie Migranti. Direzione artistica: Sara Modigliani; Ricerche: Alessandro Portelli; Produzione: Circolo Gianni Bosio.

Giovedì 31 marzo 2016, alle ore 19.30, il Teatro di Villa Torlonia, Via Lazzaro Spallanzani 1/a, ospita l'evento Roma Forestiera: musiche e storie migranti in città. La serata prevede la partecipazione del Coro Multietnico Romolo Balzani, del Coro dei bambini del Bangladesh Sanchari Sangeetayan e tante altre voci di paesi diversi. Alle musiche si intrecceranno i racconti di migrazione scritti e letti da giovani migranti, a cura dall’Archivio Memorie Migranti. Direzione artistica: Sara Modigliani; Ricerche: Alessandro Portelli; Produzione: Circolo Gianni Bosio.

Partecipano al concerto:
il Coro Multietnico Romolo Balzani
il Coro dei bambini del Bangladesh Sanchari Sangeetayan
e
Hevi Dilara e Abdurrahman Ozel (Kurdistan)
Roxana Ene (Romania)
Sushmita Sultana (Bangladesh)
Madya Diebate (Senegal)

Una famosa canzone romana del dopoguerra – “Roma Forestiera”, di Augusto Libianchi e Luigi Granozio – lamentava che nella città di Roma, diventata “forestiera”, non si sentiva più musica nelle strade e nei quartieri. Oggi è proprio la “Roma Forestiera” degli immigrati, dei rifugiati, delle “seconde generazioni” che riporta la musica nelle strade di Roma. Sempre più la musica popolare di Roma è somala, romena, curda, nigeriana, filippina, senegalese, marocchina…

Il progetto “Roma Forestiera. Musiche migranti a Roma”, iniziato dal Circolo Gianni Bosio nel 2009 (ma arricchito da materiali raccolti anche in precedenza) è dedicato a questi suoni della città e ai loro protagonisti. Come la letteratura dell’immigrazione è uno dei filoni più nuovi e affascinanti della letteratura italiana contemporanea, allo stesso modo la moltitudine di musiche “forestiere” è parte essenziale della musica del mondo popolare della Roma di oggi – la musica delle strade, delle periferie, degli emarginati, dei “non egemoni”.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria allo 060608 a partire da 7 giorni prima dell’iniziativa.

Teatro di Villa Torlonia
Via Lazzaro Spallanzani, 1/A
tel. 06 4404768
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Giovedì, 31 Marzo 2016
  • data fine: Giovedì, 31 Marzo 2016
  • Indirizzo: Via Lazzaro Spallanzani 1/a, roma
Letto 1074 volte Ultima modifica il Venerdì, 01 Aprile 2016 12:50
Show Street View
Alice D

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Alice D

Articoli correlati (da tag)