Giorgia DM
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercoledì 28 ottobre 2020 dalle ore 10:00 alle 12.30 è previsto l'incontro Integrazione delle persone migranti e società inclusiva: proposte e strumenti. Il progetto “Destinazione comune” in diretta sulla pagina Facebook del progetto. L'evento si propone di presentare il progetto “Destinazione comune”, un’iniziativa finanziata dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI) che intende realizzare percorsi integrati, multi azione e personalizzati per la piena partecipazione e l’inclusione socio-economica (casa, lavoro) e socio-culturale (socializzazione, in-formazione, sensibilizzazione) dei titolari di protezione internazionale nella regione Lazio. Il progetto prevede una serie di azioni in tutte le province del Lazio e nella città metropolitana di Roma Capitale ed è, dunque, un’opportunità per tutte le organizzazioni sociali attive nella regione che operano con i migranti e, in particolare, con i titolari di protezione internazionale.

Nell'ambito del MemorArteFest2020, il primo festival internazionale digitale della memoria e dell'arte dedicato alle vittime del conflitto armato colombiano, e che si tiene fino al 31 ottobre, è prevista una settimana dal 19 al 25 ottobre 2020, di interviste, documentari, arte plastica e danza contemporanea. Di seguito il programma.

MaTeMù ha riaperto le sue porte a ragazze e ragazzi dai 10 ai 25 anni nonostante il contesto difficile ma anche in forza della necessità  di tenere vivi e aperti i luoghi di cultura, integrazione e inclusione che contribuiscono a garantire opportunità di incontro, di crescita e di  ascolto. In ottemperenza ai protocolli di sicurezza, nello Spazio Giovani ci sono lezioni individuali e laboratori di tromba e introduzione alla musica, chitarra, batteria, canto, break dance. Ci sono una scuola di italiano per stranieri e un’aula studio con supporto scolastico, l’orientamento alla formazione e al lavoro, lo sportello di primo ascolto psicologico per ragazzi, genitori, insegnanti, operatori e educatori.

Martedì 20 ottobre 2020 alle ore 18:30 Refugees Welcome Italia invita all'incontro online per conoscere meglio il percorso di accoglienza in famiglia e su cosa comporta ospitare un rifugiato. Per partecipare all'incontro iscriversi al seguente link: https://refugees-welcome.it/formazione-famiglie/

Giovedì 22 ottobre 2020 alle ore 19 presso il Goethe-Institut di Roma in Via Savoia, 15 è previsto l'incontro con la scrittrice Nava Ebrahimi in occasione della presentazione dell’edizione italiana del suo libro Sedici parole (Keller Editore, 2020). Modera: Paolo Restuccia.

Sabato 24 ottobre 2020 dalle 11.00 alle 20.00 presso lo Spazio5 di via Crescenzio 99/D, in occasione della ricorrenza della nascita delle Nazione Unite, è esposta in anteprima la mostra Human Rights. La storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library. L’esposizione, un’iniziativa del progetto History & Photography – La Storia raccontata dalla Fotografia, curato da Alessandro Luigi Perna e prodotto da Eff&Ci – Facciamo Cose di Federica Candela, è stata realizzata con immagini provenienti dagli archivi di stato americani – soprattutto dalla Library of Congress e US NARA.

A  partire da venerdì 16 ottobre 2020, il giardino di  V. Guglielmo Pepe di Roma - in prossimità di V. Giolitti - sarà dedicato alla memoria di Willy Monteiro Duarte: un angolo verde ospiterà la targa a lui devoluta dal Primo Municipio della Capitale. Una cupola a cielo aperto accoglierà le preghiere di pace che a Willy rivolgeranno, insieme, giovani italiani e stranieri. L’iniziativa, fortemente voluta da Gemma Vecchio, Presidente dell'Associazione Casa Africa Onlus, è stata accolta da Sabrina Alfonsi, Presidente del Primo Municipio della Capitale: alle ore 17:00, la targa sarà deposta nel giardino, alla presenza di tutti coloro che si uniscono a una  lotta senza armi, contro la violenza tra gli uomini. Per la dignità degli uomini.

Sabato 17 ottobre 2020 alle ore 18 presso il Cinema Quattro Fontane, in Via delle Quattro Fontane, 23, nell’ambito del MIA - Mercato Internazionale Audiovisivo che si terrà durante la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, sarà proiettato il documentario African Dreamers – Five True stories, diretto dal collettivo di autori Hic Sunt Leones, composto da Roberto Cavalieri, Francesco Cavalli, Davide Demichelis, Angelo Ferrari, Raffaele Masto, Alessandro Rocca e Luciano Scalettari. African Dreamers – Five True stories, girato nell’arco di tre anni, dal Kenya alla Costa D’Avorio, dalla Tanzania alla Repubblica Democratica del Congo racconta la storia in un passaggio di vita di cinque ragazze africane. Cinque giovani donne, in quattro paesi di quell’Africa da dove molti fuggono in cerca di una vita migliore.

È primavera a Pechino: la città freme al ritmo serrato delle riforme economiche, così come fremono le pulsioni dell’adolescenza nei giovani protagonisti. Qiushui e i suoi amici vivono la tipica quotidianità fatta di scuola, amici, divertimento, noia e soprattutto ragazze. I loro corpi mandano segnali inequivocabili di cambiamento, violento e radicale: la sessualità da problema, incubo sconvolgente diventa componente fondamentale delle relazioni amicali, ingrediente imprescindibile nella loro vita.

Non è semplice trovare le parole adatte per descrivere i rapporti tra italiani e stranieri. Così come non è semplice individuare il senso stesso della parola "straniero", quando quel senso vive dentro confini che la legge e la cultura di adozione non reputano mai propri fino in fondo. "Razzismo" è una parola fraintesa, abusata, rifiutata. Suscita immaginari che nella società italiana sono difficili da guardare. La negazione è dietro l'angolo, la soluzione sfugge.

Pagina 1 di 332