Giovedì, 03 Ottobre 2019 15:11

RomaEuropa Festival 2019: “Diasporas”il focus sulle musiche di migranti In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

In occasione di RomaEuropa Festival 2019 dal 10 al 12 ottobre 2019 all'Auditorium Parco della Musica, viale de Coubertin, "Diasporas” il focus sulle musiche di migranti. Sperimentatori instancabili, ricercatori per vocazione, perennemente in movimento. Incarnano i linguaggi e i temi della contemporaneità e tracciano nuove traiettorie della musica di oggi. Calcano i palchi dei maggiori festival mondiali con le loro miscele esplosive di rap, pop, new soul, african retro pop, folk e jazz, senza mai dimenticare le loro radici e con esse le musiche tradizionali dei loro paesi: sono i protagonisti della “New wave africana” che sta contagiando l’Occidente.

In occasione di RomaEuropa Festival 2019 dal 10 al 12 ottobre 2019 all'Auditorium Parco della Musica, viale de Coubertin, "Diasporas” il focus sulle musiche di migranti. Sperimentatori instancabili, ricercatori per vocazione, perennemente in movimento. Incarnano i linguaggi e i temi della contemporaneità e tracciano nuove traiettorie della musica di oggi. Calcano i palchi dei maggiori festival mondiali con le loro miscele esplosive di rap, pop, new soul, african retro pop, folk e jazz, senza mai dimenticare le loro radici e con esse le musiche tradizionali dei loro paesi: sono i protagonisti della “New wave africana” che sta contagiando l’Occidente.

Artisti che rivendicano la loro appartenenza al continente nero ma che intanto studiano, lavorano e vivono in Europa e negli Stati Uniti, musicisti dal segno potente innovativo con una forza artistica originale e visionaria.

È a loro che sul palco dell’Auditorium Parco della Musica Romaeuropa dedica il focus Diasporas, con 2 concerti a sera dal 10 al 12 ottobre: si inizia giovedì con Alsarah and The Nubatones, seguiti da J.P. Bimeni the Black Belts; venerdì 11 ottobre è la volta di Blick Bassy e Mayra Andrade. In chiusura sabato 12 ottobre il progetto “Le Cri du Caire”, in cui la voce ipnotica del poeta e cantante Abdullah Miniawy si confronta con la tromba di Erik Truffaz, il sax di Peter Corser e le corde del violoncello di Karsten Hochapfel; ci si sposta infine in Medio Oriente con “Love & Revenge”, una serata electro-pop omaggio all’epoca d’oro del mondo arabo nata dall’incontro tra l’hip hop di Rayess Bek, le immagini dell’artista Randa Mirza, l’elettronica di Mehdi Haddab e il basso di Julien Perraudeau.

Manara + Free Me di Alsarah and the Nubatones + J.P. Bimeni & The Black Belts > 10.10 h 21, Auditorium Parco della Musica
1958 + Manga di Blick Bassy + Mayra Andrade > 11.10 h 21, Auditorium Parco della Musica
Le Cri du Caire + Love & Revenge > 12.10 h 21, Auditorium Parco della Musica

Pacchetto musicale "Diasporas” (3 concerti) > 30 euro 
10-11 e 12 ottobre ore 21 Sala Petrassi – Auditorium Parco della Musica

www.auditorium.com

 

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Giovedì, 10 Ottobre 2019
  • data fine: Sabato, 12 Ottobre 2019
  • Indirizzo: viale Pietro de Coubertin, Roma
  • Depubblicazione homepage: Domenica, 13 Ottobre 2019
Letto 227 volte Ultima modifica il Giovedì, 03 Ottobre 2019 15:34
Show Street View
Federica Q

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altro in questa categoria: « Cori di donne Avex in concerto »