Mercoledì 18 aprile 2018 alle ore 19 a Monterotondo in occasione del Festival dei Popoli e delle Culture, presso L'Angolo di Amelie - Cineclub, Music & Theatre, Via delle Rimesse 14, si tiene l'incontro con l’attore e regista Kassim Yassin Saleh. Classe 1976, è originario di Gibuti, paese del Corno d’Africa, terra delle sue radici familiari e culturali. E’ arrivato a Roma nel 1998. Dopo tanti piccoli lavori in vari settori, per caso diventa modello per una pubblicità, poi corsi di recitazione e prende il via la carriera di attore. Nel 2007 è stato protagonista di “Said”, primo blaxploitation movie italiano in stile Tarantino, diretto da Joseph Lefevre.

Pubblicato in Africa

Domenica 10 giugno 2018 alle ore 21,30 al Nuovo Cinema Aquila, via L'Aquila 66, si svolge la tappa romana di À travers Dakar, la seconda edizione del Festival del Cinema Senegalese. Per questa seconda edizione si è scelto di dare spazio alle suggestioni di una visione “dal basso”, di attingere all'energia collettiva dei giovani senegalesi per comunicare il loro cinema e le loro storie di vita. I progetti selezionati saranno suddivisi per temi: allegoria - metropoli – migrazioni. A seguire, proiezione del documentario Saraba (40’) di Mamadou Khouma Gueye.

Pubblicato in Africa

Ritorna nella capitale il Romafrica Film festival, la IV edizione della rassegna del cinema africano che si svolgerà alla Casa del Cinema di Villa Borghese da mercoledì 18 al domenica 22 luglio 2018. La straordinaria forza che ha sostenuto Mandela introdurrà il tema scelto per questa quarta edizione del Festival, “Energia pura”. All'interno il programma completo della rassegna.

Pubblicato in Africa

Lunedì 17 settembre 2018 presso Spin time Labs, Via Statilia 15, dalle ore 18 si terrà un evento dedicato alla migrazione forzata: un romanziere, un linguista e un giornalista per discutere le loro esperienze migratorie dalla Somalia all'Italia. Le loro esperienze spaziano dagli anni '70 alle sfide odierne della crisi migratoria globale. Questo evento metterà in evidenza e affronterà le questioni relative a migrazione forzata, reinsediamento, integrazione, politiche di asilo e rappresentazioni dei rifugiati nei media. Per l'occasione verrà proiettato il film Memories of Mogadishu e del documentario Flying Roots.

Pubblicato in Africa

Dall’11 al 14 luglio 2019 presso la Casa del Cinema in Largo Marcello Mastroianni, 1 si terrà il RomAfrica Film Festival 2019: 25 ore di proiezione, 10 lungometraggi, 22 cortometraggi e 1 documentario per un totale di 12 Paesi coinvolti. Tutte le proiezioni, sia nelle sale interne che nel teatro all’aperto, dalle ore 15 a mezzanotte, saranno a ingresso libero e fino a esaurimento posti.

Pubblicato in Africa

Lunedì 9 settembre 2019 a partire dalle ore 19.30 presso l'arena esterna della Casa del Cinema, Largo Marcello Mastroianni 1, si tiene l'iniziativa CinemArena: Sotto il cielo dell'Africa nel cuore di Roma, con la proiezione di Storie d'Africa di P. Cannizzaro e del documentario CinemArena, di P. Colangeli. Presenta l'evento Paolo Fratter, giornalista di Sky TG24. Saranno presenti i protagonisti di CinemArena e i partner Overland e Bambini nel Deserto. L'edizione CinemArena 2018-2019 è stata relizzata dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) in collaborazione con l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) per approfondire la tematica migratoria in alcuni dei principali paesi di origine dei migranti che arrivano in Europa via mare (Senegal, Costa d'Avorio, Guinea, Gambia e Nigeria). Ingresso gratuito.

Pubblicato in Africa

Venerdì 6 e sabato 7 dicembre 2019 al Nuovo Cinema Aquila, Via l’Aquila 66, arriva la terza edizione del Festival del Cinema africano À travers Dakar: visioni autentiche di Africa e ritorni. Il tema della terza edizione è il ritorno: non solamente quello fisico, obbligato o consapevole, ma anche il ritorno immaginario, allegoria e metafora, il ritorno fantasmatico e il ritorno impossibile. Questa terza edizione del festival prosegue un viaggio coraggioso, inaugurato nel 2016 che, in epoca di barriere e populismi, sceglie il cinema come linguaggio privilegiato per proporre un altro immaginario delle migrazioni e delle metropoli contemporanee. I film sono stati selezionati – attraverso la piattaforma Filmfreeway (ne sono arrivati circa 100) – da una commissione presieduta dal regista senegalese Mamadou Khuma Gueye. L’ingresso è gratuito. 

Pubblicato in Africa

L'Africa Film Festival 2020 quest'anno si terrà in un’unica grande serata a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia alla Casa del Cinema in Largo Marcello Mastroianni 1 sabato 18 luglio 2020. Per questo evento, gli organizzatori hanno deciso di prendere spunto da “I can’t breathe”, lo slogan associato al movimento statunitense Black Lives Matter, e dal tragico episodio della morte di George Floyd, il cittadino afroamericano ucciso dalla polizia a Minneapolis lo scorso 25 maggio. Una morte ingiustificabile che ha dato il via a proteste e dimostrazioni non soltanto negli Stati Uniti ma in diverse zone del mondo.

Pubblicato in Africa

Sabato 17 ottobre 2020 alle ore 18 presso il Cinema Quattro Fontane, in Via delle Quattro Fontane, 23, nell’ambito del MIA - Mercato Internazionale Audiovisivo che si terrà durante la quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, sarà proiettato il documentario African Dreamers – Five True stories, diretto dal collettivo di autori Hic Sunt Leones, composto da Roberto Cavalieri, Francesco Cavalli, Davide Demichelis, Angelo Ferrari, Raffaele Masto, Alessandro Rocca e Luciano Scalettari. African Dreamers – Five True stories, girato nell’arco di tre anni, dal Kenya alla Costa D’Avorio, dalla Tanzania alla Repubblica Democratica del Congo racconta la storia in un passaggio di vita di cinque ragazze africane. Cinque giovani donne, in quattro paesi di quell’Africa da dove molti fuggono in cerca di una vita migliore.

Pubblicato in Africa
Sceneggiatore e regista, Maghed si è laureato in filosofia presso l’Università di Alessandria e si è trasferito in Italia intorno agli anni ’90, dove ha continuato a studiare presso l’Istituto Professionale Nazionale di Arte Cinematografica di Roma.
Sensibile ai temi dell’immigrazione e dei diritti umani, è autore di vari documentari e cortometraggi. Ricordiamo Ritratto di un giovane immigrato, trasmesso da Rai3 (FuoriOrario), cruda storia che racconta lo stato di spaesamento di uno straniero in Italia, senza però cadere nella retorica del “povero extracomunitario” e Salam Viterbo, docu-fiction incentrata sul tema dell’integrazione.
I suoi lavori sono stati presentati in vari festival internazionali, come il Locarno International Film Festival.
Negli ultimi tempi si è dedicato anche alla scrittura con Diario di un regista extra-comunitario, in lingua araba, pubblicato in Egitto. Nel 2012 realizza il documentario I Don't Speak Very Good, I Dance Better, miglior documentario italiano al Torino Film Festival.
Pubblicato in Registi
Pagina 3 di 60