Giovedì, 07 Dicembre 2017 14:34

Teatro comunitario

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Partirà mercoledì 10 gennaio, per concludersi lunedì 25 giugno 2018 il Corso di teatro comunitario organizzato da Asinitas. Ci saranno 6 lezioni teoriche più due laboratori a cadenza settimanale a scelta fra Narramondi, all'interno del centro interculturale Miguelim con donne migranti e Città sospesa presso la sede di Ostiense, con gli studenti e le studentesse migranti della scuola di italiano Asinitas. Tutti i dettagli all'interno.

Partirà mercoledì 10 gennaio, per concludersi lunedì 25 giugno 2018 il Corso di teatro comunitario organizzato da Asinitas. Ci saranno 6 lezioni teoriche più due laboratori a cadenza settimanale a scelta fra Narramondi, all'interno del centro interculturale Miguelim con donne migranti e Città sospesa presso la sede di Ostiense, con gli studenti e le studentesse migranti della scuola di italiano Asinitas. Tutti i dettagli all'interno.



Il teatro come luogo di una nuova diversa umanità, multiculturale, plurilingue e meticcia.
Il teatro come costruzione di senso.
Il teatro come cura e esplorazione di immaginari condivisi.
Il teatro come la miglior educazione all’immedesimazione. all’empatia, al co-respiro, del fare insieme.
Il teatro come costruzione di comunità.




Lezioni teoriche
- teatro sociale d’arte con Andrea Porcheddu (critico teatrale, giornalista)
- aspetti antropologici e psicologici della migrazione Asinitas onlus
- rielaborazione di metodo a partire dall’esperienza laboratoriale

2 laboratori a cadenza settimanale (a scelta)

NARRAMONDI: Torpignattara, centro interculturale Miguelim con donne migranti, laboratorio teatrale per sole donne, di diverse provenienze e intergenerazionale, che attraverso il teatro, la narrazione, il teatro d’ombre e di figura, lavori sui temi del femminile attraverso le fiabe. Conduzione Emanuela Ponzano

CITTA SOSPESA: Ostiense, laboratorio teatrale in un gruppo misto con gli studenti e le studentesse migranti della scuola di italiano Asinitas, con la conduzione di Alessandra Cutolo, rielaborazione e riscrittura in scena dell’ opera Edipo a Colono di Sofocle

Messe in scena a giugno al #teatroIndia

Per educatori, attori, musicisti, giovani in formazione di discipline artistiche, sociali o pedagogiche, per resistenti, curiosi, appassionati

Alessandra Cutolo
Regista teatrale, actor coach, si è formata collaborando, sia in teatro che sui set cinematografici, con Mario Martone, Toni Servillo, Andrea De Rosa. Ha lavorato per dieci anni in carcere, fondando i “liberanti” compagnia di attori detenuti. Conduce laboratori teatrali in varie realtà italiane, animatrice dell’esperienza di Arrevuoto a Napoli. Il suo ultimo spettacolo come

Regista “WOMEN CROSSING. Storie di sabbia e di mare”, mette in luce l’alterità femminile di mondi diversi con un gruppo misto di donne italiane e africane, attrici professioniste e non

Emanuela Ponzano
Attrice e regista, teatrale e cinematografica: Diplomata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Liegi, lavora tra Roma e Parigi è direttrice artistica della compagnia teatrale Kaos che raccoglie e confronta artisti provenienti da realtà differenti e da vari paesi, metticciando linguaggi e culture, in particolar modo intessendo l’attività teatrale col teatro d’ombra e il teatro di figura, sperimentazioni visive e sonore.. Conduce laboratori ed è attiva nella formazione dell’attore. Nella regia del suo spettacolo Fiabe dhe non sono favole fa un attenta ricerca sul materiale teatrale delle fiabe di H. C. Aandersen

La quota di iscrizione va a sostegno del progetto.

Per informazioni e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / cell: 3284170941

Letto 395 volte Ultima modifica il Lunedì, 15 Gennaio 2018 14:05