Romania

A cura di Alexandra Mazuru

 

Romaniala sezione in romeno 

La Romania (in romeno România) è uno stato nel sud-est dell'Europa. Confina a nord-est con l'Ucraina e la Repubblica di Moldavia, ad ovest con l' Ungheria e la Serbia e a sud con la Bulgaria. La Romania ha anche un piccolo litorale sul Mar Nero. Il nome Romania deriva da Român, derivazione dell'aggettivo latino Roman, romano. Rappresenta le origini culturali e linguistiche della nazione romena, dalla colonizzazione romana dell'antica Dacia. Inoltre, "Ţara Românească" (Nazione Romena), è il nome che sta a indicare anche l'antico principato di Valacchia. Dal 1° gennaio 2007 la Romania è entrata a far parte dell’Unione Europea.

Gli immigrati romeni costituiscono il primo gruppo delle comunità straniere residenti regolarmente nella  Provincia di Roma con 92.258 unità, quasi un terzo dei residenti  stranieri complessivi.


La comunità romena

Secondo uno studio Istat sugli stranieri residenti in Italia, a gennaio 2009 la comunità romena occupava il 1° posto come popolazione residente con 796.477 cittadini romeni, ovvero il 20,5% di quelli censiti in tutta Italia.

Secondo il Dossier Caritas (che elabora i dati del Ministero dell’Interno), la popolazione straniera nel Lazio all’inizio del 2009 raggiunge 450.151 presenze. Il dato tiene conto anche dei minori, i quali rappresentano il 12,2% .
La Capitale conferma la sua capacità attrattiva in regione ma, pur rimanendo la prima città per immigrazione a livello nazionale, decresce ogni anno a favore delle altre province del Lazio.

A Roma, secondo l’Ufficio Statistiche del Comune, la comunità romena occupa il 1° posto come popolazione residente, con 57.540 presenze, circa il 20,7 % del totale degli immigrati. Le classi di età attestano una forte concentrazione nella fascia centrale di 19-40 anni e una concentrazione dimezzata nella fascia 41-60 anni. Si tratta di persone arrivate in Italia da sole o seguendo la rete parenti e/o amici, alla ricerca di un lavoro e di condizioni di vita migliori di quelle che si possono ottenere attualmente in Romania.

Statisticamente meno rappresentative sono le fasce degli ultrasessantenni e dei minori. La maggioranza degli uomini lavorano nell’edilizia e le donne come collaboratrici domestiche, ma non solo, lavorano anche nei negozi, negli alberghi e nei ristoranti, nella sanità ed assistenza sociale, alcuni hanno un lavoro autonomo.

 

Romaniala sezione in romeno