Giorgia DM
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domenica 25 ottobre 2020, alle 18.00, GRIOT ospita in libreria in via di Santa Cecilia, 1/a e sulla pagina facebook la presentazione del terzo e ultimo volume della Storia dei Mediterranei edito da Edizioni di Storia e Studi sociali di cui parlerà Pino Blasone, storico del mondo islamico. Verrà inoltre presentato il primo Annale di Storia dei Mediterranei di cui discuteranno Flavio Enei, direttore del Museo della Navigazione antica di Santa Severa e Carlo Ruta, storico delle civilizzazioni mediterranee. E’ possibile partecipare alla presentazione dal vivo prenotando un posto chiamando lo 0658334116 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nel rispetto delle norme di distanziamento i posti a sedere sono molto limitati.

Mercoledì 7 ottobre 2020 dalle ore 17 alle 17:45  WeWorld Onlus e Terra di Tutti Film Festival invitano al Webinar su migrazioni e processi di integrazione - in Europa e nel mondo - in diretta streaming sulla pagina Facebook, il canale di Youtube e Radio Città Fujiko 103.1 fm. L’evento sarà un’occasione per approfondire, insieme a registi ed esperti, il fenomeno delle migrazioni tra Africa ed Europa, tra centro america e USA e la rotta migratoria del Mediterraneo. Modera Alessandro Canella, Direttore responsabile di Radio Città Fujiko. Partecipano: Giuseppe Marco Albano, regista del film Klod (in concorso al TTFF), sulla storia di un ragazzo albanese che sbarca a Brindisi con un pallone da basket e un sogno; Don Mattia Ferrari, diventato cappellano di Mediterranea Saving Humans dopo aver partecipato a una missione di Mediterranea sulla Mare Jonio, per seguire la sua missione e Margherita Romanelli, coordinatrice di International Policies, Advocacy, Partnership and Evaluation for sustainable development per WeWorld.

Il Progetto Donna: nata per rinascere, finanziato dalla Regione Lazio, a valere dei Fondi POR FSE 2014- 2020, è finalizzato alla presa in carico, orientamento e accompagnamento per l’inclusione sociale attiva, attraverso il sostegno psicologico e reinserimento sociale e lavorativo per donne vittime di violenza (italiane e straniere) in contatto con la rete antiviolenza e avviate verso percorsi di autonomia. I soggetti proponenti sono l'Associazione Donna e Politiche Familiari (capofila), e Elidea Psicologi Associati. Di seguito i dettagli.

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di italiano per rifugiati e richiedenti asilo e per sole donne con spazio nido presso Asinitas in via Policastro, 45. Iscrizioni: 6 e 7 ottobre 2020. Di seguito gli orari.

Dal 1 al 4 ottobre 2020 si terrà Insieme, il festival nato da un'idea di Letterature, Libri Come e Più libri più liberi: quattro giorni e oltre 100 eventi, tra incontri con gli autori, reading e performance artistiche. Gli eventi saranno ospitati in tre sedi: Auditorium, Palatino (Via di San Gregorio, 30), Massenzio/Clivo di Venere Felice e saranno accessibili su prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento dei posti.

Sono in partenza le attività e i corsi di Casa Scalabrini 634 e Humilitas, programmi ASCS a Roma. I corsi, aperti a tutti, ripartiranno con una formula mista, in presenza e online. I corsi in presenza si svolgeranno seguendo tutte le norme per il contenimento del Covid-19. Posti limitati.

Per ricordare la tragedia del 3 ottobre 2013 e tutte le vittime della rotta migratoria più letale al mondo, quella che attraversa il Mediterraneo Centrale, SOS MEDITERRANEE Italia invita alla proiezione speciale in contemporanea a Roma, Milano, Firenze, Perugia, Palermo del film Numero 387 – Scomparso nel Mediterraneo di Madeleine Leroyer. Dopo la proiezione del 3 ottobre 2020 in 4 cinema italiani e in tutti gli altri Paesi - Germania, Francia e Svizzera - che compongono il network europeo di SOS MEDITERRANEE, il documentario viene proiettato a Roma domenica 11 ottobre 2020 al Cinema Azzurro Scipioni, alle ore 20.30 in via degli Scipioni, 82. Dopo la proiezione, in ciascuna delle città è previsto un momento di dibattito con l’equipaggio di mare e di terra di SOS MEDITERRANEE Italia, oltre alla presenza di diversi ospiti.

Dal 2 al 7 ottobre 2020 al Cinema Farnese di Roma si tiene la 13ª edizione del Festival del cinema spagnolo e latinoamericano. La manifestazione, curata e organizzata da Iris Martin-Peralta e Federico Sartori (Exit Media) propone, come di consueto, una selezione di qualità dell’ultimo cinema spagnolo e latinoamericano in versione originale sottotitolata in italiano, con titoli inediti e anteprime nazionali assolute.

Dal al 18 ottobre 2020, l'Accademia di Romania in Roma, come rappresentanza dell’Istituto Culturale Romeno, organizza la mostra d'arte contemporanea dedicata all'artista Yvonne Hasan, curata dallo storico e critico d'arte Adrian Buga, un progetto realizzato in partenariato con l'Ambasciata di Romania in Italia, con il sostegno della Galleria Sector 1 Bucarest, e con il patrocinio dell'Assessorato alla Crescita Culturale Roma. L'inaugurazione della mostra avverrà il 1° ottobre 2020, alle ore 18:00. Il numero di visitatori sarà limitato e l'accesso avverrà su prenotazione. Le condizioni di visita saranno conformi alle norme igienico-sanitarie imposte dalle autorità locali e verranno comunicate in seguito sulla pagina facebook della manifestazione.

Dallo schermo di un computer la voce del padre scomparso risponde alle riflessioni di Hala. Così, in uno scambio immaginario di email, la nostalgia per la patria perduta rievoca i ricordi di un’intera famiglia. Dopo l’esilio forzato negli anni Sessanta, per il diplomatico Nazem la Francia diventa l’unica casa possibile, di cui presto imparerà ad amare i viali alberati, i colori, le boulangerie e le opportunità che può elargire. E della Siria, la terra natia, sua figlia conosce quasi solo l’immagine restituita dalle pagine della storia. È attraverso il racconto paterno che Hala può finalmente scoprire le pieghe più intime di quel passato, non troppo lontano, che appartiene anche a lei. La lotta per l’indipendenza, la rinascita araba e la fine del colonialismo, un risveglio rivoluzionario che sembra inaspettatamente ripetersi nel presente. Sono gli anni caldi della Primavera araba, e al di là del Mediterraneo, di nuovo, si leva un grido di libertà. In Egitto, Tunisia e Siria dilagano le proteste. A cosa ha portato, oggi, l’entusiasmo di quella gioventù?

Pagina 10 di 336