Ristoranti ucraini

Tra tutte le cucine slave la cucina ucraina è quella più ricca e varia. Essa è molto sostanziosa a causa dei nove mesi di freddo. Per diversi motivi storici e grazie alla sua favorevole posizione geografica, la cucina ucraina è stata influenzata da pietanze provenienti da luoghi differenti: Russia, Polonia, Romania, Ungheria e paesi orientali. I piatti della cucina ucraina sono particolarmente aromatici in quanto contengono una larga varietà di spezie e di erbe. Tra queste si possono annoverare il prezzemolo, l’annetto, la menta, l’aglio, la cipolla, il pepe, la mostarda.
Per chi ama la cucina pura e sana troverà nei piatti ucraini una semplice e veloce preparazione, facile da realizzare basata sugli accostamenti di ingredienti freschi, conservati e affumicati. Esistono molte specialità e piatti particolari come i preparati di carne da noi molto diffusi e graditi: kotleti, composto da polpette di carne tritato; carne, stufato con patate, fagioli, funghi e verdure; Gulasch; Shashlik; la cotoletta maniera Kiyiv, filetti di pollo ripieni di burro, passati nell'uovo sbattuto, impanati e fritti; il Boeuf Strogonof; arrosto di maiale farcito di aglio e lardo; carne di maiale stufata con verza e lardo; abbacchio stufato con i prugne secche; l’oca o l’anatra ripiena di mela; involtini di verza con carne macinata; spezzatino di manzo e cipolle; lo Zarkoe, spezzatino di carne e patate e altri. Tra i piatti principali, oltre ai vari piatti di carne e pollo viene servito del pesce di fiume e lago. In una tavola ucraina non possono mancare le minestre di verdura. Il piatto tipico ucraino, famoso nella cucina internazionale è il Borsch.
In Ucraina ancora oggi la zuppa si prepara con 20-25 ingredienti e solitamente contiene barbabietola rossa, carne di maiale, fungi e verdure. La sua grande varietà di ingredienti le dona un gusto eccezionale rendendola inoltre una zuppa ricca di vitamine e che viene più comunemente servita con la panna.
Un’alternativa al Borsch è l'Okroshka: anch’essa è una zuppa, ma si differenzia in un particolare, è servita fredda. Per la sua preparazione servono: kvass, patate, ravanelli, cubetti di carne, erba cipollina e panna acida, ottima per l’estate.
La cucina ucraina si basa su piatti di origine contadina che utilizzano in particolare, cereali e verdure: carote, patate, cavoli, barbabietole e funghi. Normalmente i dolci sono ricoperti di miele e frutta, in particolare modo si preferiscono le amarene e le prugne; i dolci più diffusi sono i panini dolci. Lo snack ucraino più diffuso è costituito dai Varenyky: ravioli ripieni di carne tritata; verdura; ricotta; confettura di frutta, mentre il piatto tipico principale è il Salo, più comunemente inteso come lardo di maiale, il quale viene servito in vari modi: fresco, salato, affumicato, fritto, lesso, stufato. Il Salo è un ingrediente di fondamentale importanza per la realizzazione di tanti piatti, infatti, lo usano molto spesso anche per friggere. Il consumo di Salo risale a molti secoli fa.
La migliore cucina ucraina si può trovare nelle case private: se siete invitati a pranzo o a cena da qualcuno, accettate senza riserve. Le bevande alcoliche sono molto diffuse, in particolare la Vodka, famoso distillato chiaro di frumento, segale e qualche volta patate e volendo portare in Italia un ricordo di un sapore indimenticabile di questo straordinario paese è assolutamente consigliata la Vodka al peperoncino.