Martedì, 17 Luglio 2007 02:00

Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il fondo Cinese della Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II possiede una raccolta risalente all'attività missionaria dei gesuiti in Cina tra XVI e XVIII secolo. Importante soprattutto per i testi legati all'attività dei missionari e per le successive acquisizioni, la raccolta fornisce strumenti e fonti indispensabili per lo studio della Cina classica.

Il fondo Cinese della Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II possiede una raccolta risalente all'attività missionaria dei gesuiti in Cina tra XVI e XVIII secolo. Importante soprattutto per i testi legati all'attività dei missionari e per le successive acquisizioni, la raccolta fornisce strumenti e fonti indispensabili per lo studio della Cina classica. Il fondo (circa 20.000 volumi a stampa per 7.500 titoli) comprende anche 681 testate di periodici (6 correnti) e 35 testate di quotidiani (2 correnti).
In seguito la collezione è stata incrementata con l'acquisizione della biblioteca di Carlo Valenziani, professore di Lingue e Letterature dell'Estremo Oriente all'Università di Roma e con i libri che sia la Legazione italiana che il Comando delle Forze armate italiane, entrambe a Pechino, avevano raccolto nei primi anni del XX secolo. Si è arricchita infine con la raccolta Perris (1959) e infine con il dono della biblioteca dell'Associazione Italia-Cina (1993).

Responsabile: Dott.ssa Valentina Longo
tel. 06 4989295 fax 06 4457635
viale Castro Pretorio, 105
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.bncrm.librari.beniculturali.it/index.htm

 

Letto 2607 volte Ultima modifica il Martedì, 20 Agosto 2013 16:29