Roma Culture Biblioteche di Roma Roman Multietnica

Abbes Boufrioua

Abbes Boufrioua, è un polistrumentista algerino specializzato nell'oud, il liuto arabo.
Abbes, che risiede in Italia dal 1991, è cantautore, compositore e interprete delle sue canzoni, nelle quali traspare la sua personale ricerca musicale. Egli integra infatti ritmi e suoni del folclore mediterraneo, in particolare della musica "rai" algerina, con antiche atmosfere dell'Andalusia, non disdegnando al contempo  elementi del pop, del funky e dei ritmi afro-cubani, che riescono a sposare con gusto anche le più classiche melodie occidentali e orientali.

Leggi di più...

Accademia d’Egitto

Una moderna sede ospita attualmente l’Accademia d’Egitto.
Gli obiettivi dell’Accademia sono la divulgazione della cultura egiziana in Italia e la promozione di un laboratorio di ricerca tra artisti egiziani e italiani.
Un intenso programma culturale include esposizioni d’arte, rassegne cinematografiche, conferenze, concerti, rappresentazioni teatrali, spettacoli di folclore egiziano e mostre sia a Roma che in altre città d’Italia.
Nel programma dell’Accademia figura il Premio di Stato per la creatività artistica che permette a giovani artisti di perfezionare le loro conoscenze e di partecipare a diverse iniziative culturali italiane.
L’Accademia mette a disposizione dei suoi utenti anche una biblioteca, che conta circa 10000 volumi (in lingua italiana e araba) concernenti in particolare l’egittologia e il Medio Oriente.
Concerti di musica araba popolare (le migliori compagnie del folclore egiziano sono spesso ospiti dell’Accademia), contemporanea e classica sono le altre attività che caratterizzano l’Accademia.

Leggi di più...

Acmid-Donna

L’Acmid-Donna onlus è l’Associazione della Comunità Marocchina delle Donne in Italia, alla quale sono iscritte italiane e marocchine che collaborano da molti anni per favorire l’incontro delle culture mediterranee, diffondendo la cultura marocchina, aiutando le donne immigrate ad uscire dal dramma dell’analfabetismo, informandole sui loro diritti e doveri e sostenendole nel percorso di integrazione, senza che ciò significhi la perdita delle loro tradizioni.

Leggi di più...

AINAI Associazione degli Immigrati NordAfricani in Italia

AINAI Associazione degli Immigrati NordAfricani in Italia è stata fondata nel 1990, allo scopo di facilitare e promuovere rapporti di mutua conoscenza fra cittadini nordafricani e italiani, per una convivenza basata sui valori del rispetto e dell’accoglienza.
Nel periodo 1994-97 ha rappresentato tutte le associazioni presenti in italia presso la Comunità Europea, attraverso il Forum Migrans di Bruxelles.

Leggi di più...

al Barid al arabi

Questo tabloid mensile, di carattere europeo e rivolto ai lettori di lingua araba, affronta questioni di attualità e di opinione. Tematiche sociali, dialogo interreligioso, salute, storia, costumi, ma anche computer, sport e cultura araba, dal cinema all'arte sono alcuni degli argomenti trattati.
Distribuito su scala nazionale, si può trovare presso call center, ambasciate, consolati, organizzazioni internazionali, luoghi di culto, centri di aggregazione.

Leggi di più...

al Maghrebiya

Dedicato ai maghrebini e agli arabi che vivono nel nostro Paese. Oltre che alla vita di queste comunità in Italia, quindi a eventi, manifestazioni e personaggi di rilievo della comunità maghrebina in Italia e in Europa, un occhio è sempre rivolto a quello che accade nei paesi d'origine.
Una particolare attenzione è dedicata alla legislazione sulla immigrazione, mentre alle donne viene dedicato uno spazio importante per mettere in risalto la loro partecipazione alla vita sociale, politica ed economica della comunità, in patria e all’estero.
La rivista si trova su tutto il territorio italiano: in vendita presso le edicole e come free-press nei punti vendita Western-Union/Angelo Costa, per abbonamento e in omaggio presso le rappresentanze diplomatiche e consolari.

Leggi di più...

Ali al Jabiri

Prolifico artista iracheno, da molti anni vive a Roma dove ha portato a termine i suoi studi all'Accademia delle Belle Arti, Ali al Jabiri è molto noto nel suo paese per aver realizzato importanti monumenti in vari paesi del Medio Oriente, tra cui ricordiamo a Baghdad il gigantesco monumento per l'infanzia morta in guerra.

Leggi di più...

Ali Assaf

Scultore, pittore e fotografo, Ali Assaf ha lasciato Baghdad, dove ha studiato Belle arti, e vive a Roma da più di venticinque anni. Insieme a Jaber fa parte di un gruppo di artisti arabi laici che, con le loro opere, rappresentano l’arte araba nella sua ricchezza.

Leggi di più...

Almaghrebiya.it

Un nuovo portale di informazione che guarda alle comunità arabe in Italia ma che sa veicolare loro informazioni inerenti alle problematiche della loro realtà. La Redazione di www.almaghrebiya.it vuole certificare la sua totale indipendenza da gruppi o strutture che in passato hanno monopolizzato l’informazione per stranieri in Italia, bloccando di fatto una crescita del settore, sia a livello editoriale che commerciale. Il portale, che consta di varie sezioni aggiornate h24, ha un portale gemello in lingua araba www.almaghrebiya.com, che è invece rivolto prevalentemente al mondo arabo e alle sue diramazioni in Italia.

Leggi di più...

Amal Khalifa

Nata al Cairo, Amal Khalifa ha conseguito il Diploma del Festival della danza orientale in Egitto e il riconoscimento del Mediterranean Festival della Universal Art. In Italia ha iniziato nel 1988 l'insegnamento della danza del ventre e del folclore arabo in diverse scuole di Roma. Ha lavorato per alcune delle più importanti reti televisive italiane, partecipando a diversi programmi.

Leggi di più...

Amara Lakhous

Nato ad Algeri nel 1970, Amara Lakhous vive a Roma dal 1995.
Laureato in filosofia all’Università di Algeri e in antropologia culturale alla Sapienza di Roma, prepara una ricerca di dottorato nella stessa università dal titolo Vivere l’Islam in condizione di minoranza. Il caso della prima generazione degli immigrati musulmani arabi in Italia.
In Italia ha pubblicato il suo primo romanzo Le cimici e il pirata, Arlem, 1999, in arabo con traduzione in italiano. In Algeria e in Libano ha invece pubblicato il secondo romanzo, Come farti allattare dalla lupa senza che ti morda, 2003, poi riscritto in italiano e pubblicato con il titolo Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio, E/O, 2006. Con questo romanzo, da cui è stato tratto un film, ha vinto il premio Flaiano per la narrativa 2006 e il premio Racalamare - Leonardo Sciascia 2006.
Amara ha assunto la direzione editoriale della nuova collana Sharq/Gharb, in lingua araba, della casa editrice E/O. Nel 2013 pubblica, sempre con E/O Contesa per un maialino italianissimo a San Salvario.

Leggi di più...