Print this page
Monday, 18 May 2020 20:26

Campidoglio, #laculturaincasa su web e social Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

Roma Capitale della cultura, aderendo alla campagna #iorestoacasa, prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa. Sono tantissimi gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo. Questi alcuni dei contenuti digital disponibili per la settimana fino al 24 maggio 2020.

Roma Capitale della cultura, aderendo alla campagna #iorestoacasa, prosegue le attività su web e social con il programma #laculturaincasa. Sono tantissimi gli appuntamenti, gli approfondimenti e i video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia, in questo periodo. Questi alcuni dei contenuti digital disponibili per la settimana fino al 24 maggio 2020.

Aderiscono al programma #laculturaincasa alcune Accademie e Istituti di Cultura Internazionali presenti in città, come l'Accademia di Romania, Forum Austriaco di Cultura, l'Accademia Reale di Spagna, l’Accademia di Francia a Roma Villa Medici, l'Accademia d’Ungheria di Roma,  l'Academia Belgica e la segreteria Culturale dell’IILA, l'Instituto Cervantes di Roma e l'Accademia Roma Villa Massimo. Anche gli eventi e i contenuti digitali delle Accademie e Istituti si possono seguire con hashtag #laculturaincasa. 


MUSEI CIVICI. In attesa della ripartenza di Musei Capitolini e Museo di Roma a Palazzo Braschi prevista per il 19 maggio, continua la vasta offerta di attività su web e social con il programma #laculturaincasa. Alle riaperture si affiancheranno dunque molti appuntamenti, approfondimenti e video che le istituzioni culturali di Roma Capitale mettono a disposizione online per tutti, per tutta Italia.

Lunedì 18 maggio nell’ambito della partecipazione alla GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI 2020, organizzata dall’ICOM (International Council of Museums Italia) e dedicata al tema Musei per l’eguaglianza: diversità e inclusione http://www.icom-italia.org/international-museum-day-2020-musei-per-leguaglianza-diversita-e-inclusione/. Al centro della riflessione il valore sociale dei musei come agenti di cambiamento impegnati in maniera costruttiva nelle realtà politiche, sociali e culturali della società moderna. Per l’occasione, Musei in Comune e Sovrintendenza, partecipano con una serie di progetti dedicati all’accessibilità e all’inclusione, raccolti su questa pagina http://museiincomuneroma.it/it/mostra-evento/musei-leguaglianza-diversit-e-inclusione Si parte con 5 nuovi in-painting tour disponibili su Google Art & Culture (https://artsandculture.google.com/) che raccontano 5 opere dei Musei in Comune come non si sono mai viste grazie alle immagini in altissima risoluzione: il Mosaico con scene di caccia da Santa Bibiana (Centrale Montemartini); il Carosello a Palazzo Barberini in onore di Cristina di Svezia (Museo di Roma); Elisa Bonaparte Baciocchi con la figlia Napoleona Elisa (Museo Napoleonico); il Cardinal Decano di Scipione Galleria d’Arte Moderna; Alberto Moravia nel ritratto di Guttuso (Casa Museo Alberto Moravia).

All’insegna dei contenuti inclusivi e accessibili a tutti, al via un progetto di videoracconti ricchi di particolari descrittivi sulle opere esaminate, per facilitarne la comprensione a tutti i visitatori. Oggi in pubblicazione il primo video curato da Laura Panarese, che analizzerà l’opera Napoleone a cavallo sul campo di Wagram di Joseph Chabord, del 1810, conservata al Museo Napoleonico. Parte, inoltre, in questa settimana dedicata alla Giornata Internazionale dei Musei, una nuova rubrica proposta dai Musei Capitolini Roma e gli altri. Voci di popoli ai Musei Capitolini, una serie di appuntamenti settimanali finalizzati a “dare voce”, attraverso una selezione di opere delle collezioni Capitoline, a persone comuni appartenenti a popoli “altri” che in un lontano passato hanno avuto contatti con l’Urbe, vi hanno vissuto in maniera temporanea o stabile, fondendosi e integrandosi con i più antichi residenti, o in comunità isolate a tutela della propria identità culturale, ma sempre lasciando memorie dirette o indirette della loro presenza o del loro passaggio. Inizio del ciclo venerdì 22 con la presentazione della placchetta d’avorio iscritta rinvenuta in un deposito votivo presso l’area sacra di Sant’Omobono, che attesta il “vincolo di ospitalità”, a distanza di più generazioni, tra gruppi etnici o familiari diversi.
Dai luoghi dell’iconografia della civetta per definizione, la Casina delle Civette di Villa Torlonia, martedì 19, per la rubrica #ilmuseoincasa, Radio Civette ci parlerà di geroglifici nella seconda puntata di Athenae Noctua dal titolo Dagli Egizi ai Romani.
In agenda, ancora, martedì 19 maggio  dalle 16.30, per il ciclo di incontri I martedì da Traiano ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, videoconferenza in diretta ZOOM intitolata Il ruolo del teatro nella civitas. Spettacoli, meccanismi scenici, musica, un dialogo a più voci sui diversi aspetti del teatro romano.
Per #ilmuseoincasa, un’altra pillola audio, sempre martedì 19 maggio alle 13.00, di Radio Canonica dal titolo Il matrimonio. Dolce vita in collina. Il progetto è promosso dal Museo Pietro Canonica per ripercorrere insieme la vita dell’artista piemontese.
Mercoledì 20 maggio alle 11.00 nuovo video sul Museo Canonica per il ciclo #ilmuseoincasa, sulle raffigurazioni di bambini che tanto spazio hanno avuto nella produzione dell’artista.
Mercoledì 20 maggioalle 15.00 torna il racconto a puntate #conNoilungoleMura, dedicato alla riscoperta delle Mura Aureliane attraverso brevi video diffusi sulla pagina Facebook del Museo delle Mura, con un primo appuntamento su Porta Pinciana.
Balene a Roma è il titolo della prossima rubrica sulla pagina Facebook del Museo di Zoologia, lunedì 18 s’indagherà sulla triste sorte che comporta Lo spiaggiamento di una Balena rara lungo la costa laziale; mercoledì 20 maggio Le Balene del Museo Civico di Zoologia raccontano la loro storia; venerdì 22, infine, il video Cetacei e non solo... conservati nella collezione osteologica del Museo Civico di Zoologia.  
Anche questa settimana si rinnova, inoltre, l’appuntamento con gli astronomi del Planetario di Roma e le due web-series da loro curate, mercoledì 20, nella settima puntata di Astri in Comune dal titolo Pianeti in Museo, in un viaggio immaginario fra le sale dei musei incontreremo riproduzioni e trasfigurazioni dei pianeti. Venerdì 22 maggio Il Cielo dal Balcone presenterà la sua ottava puntata intitolata Ercole e Draco. Per seguire e scaricare i podcast è sufficiente andare sul sito www.planetarioroma.it.
Nell’ambito del progetto #laculturaincasa è attivo il contest #DomaniInArte, che invita gli artisti a inviare la fotografia (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.) di una propria opera che li rappresenti – e rappresenti tutti – in questa grave situazione globale, ma che sia anche un’immagine di speranza.
La settimana digital rinnova l’offerta sui social @museiincomuneroma.it e @SovrintendenzaCapitolina con nuovi appuntamenti. Ai consueti percorsi tematici sulle opere e mostre dei Musei in Comune si aggiungono itinerari e storie alla scoperta dei monumenti cittadini, grazie alla guida degli storici dell’arte e degli archeologi.

ISTITUZIONE BIBLIOTECHE di ROMA. In attesa della riapertura, ormai prossima prevista con 12 biblioteche dal 26 maggio, delle Biblioteche l’offerta digital continua ad arricchirsi con nuovi appuntamenti.
Per il Maggio dei Libri, festa della lettura ideata dal Centro per il libro e la lettura (CEPELL), le Biblioteche offrono un programma di attività disseminate nella rete dalla pagina Facebook principale e da quelle delle singole biblioteche del sistema; streaming e video on demand; letture per bambini; consigli di lettura. Il Maggio dei Libri ha quest’anno il claim Se leggo, scopro, accompagnato dall’hashtag #IoLeggoACasa, e proseguirà con appuntamenti online fino al 31 ottobre.
La settimana è, inoltre, caratterizzata dalle iniziative in memoria del 28° anniversario della strage di Capaci, in ricordo dell’attentato di stampo mafioso del 23 maggio 1992, in cui morirono il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta, le biblioteche civiche proporranno sulle proprie pagine Facebook bibliografie, letture e vetrine di libri per mantenere viva la memoria e contribuire alla diffusione della cultura della legalità.
Tra le iniziative al via da questa settimana, la condivisione sulla pagina Fb della Biblioteca Valle Aurelia a partire da lunedì 18 maggio alle 18.00, appuntamento con Letture d’Oriente, un viaggio tra gli autori di narrativa orientale, a cura del Servizio Intercultura e in collaborazione con la Biblioteca Mandela. La casa editrice O barra O ci porta in Vietnam proponendoci il libro Việt Nam. Miti e racconti, tradotto e curato da Alessandra Chiricosta e Maurizio Gatti (2014). I video sono visibili sulla pagina Facebook di Roma multietnica, della Biblioteca Mandela e di Biblioteche di Roma.
Mercoledì 20 maggio tornano le Favole al telefonino delle Mamme narranti di Andrea Satta. Il servizio Intercultura presenta sulla propria pagina Facebook https://www.facebook.com/pg/romamultietnica.it, alle 12.00 Ligia che recita la filastrocca dello sceriffo scimpanzé e, alle 15.00, come ospite d’eccezione, Paolo Fallai racconta la favola Dov’è casa? Casa è ogni posto dove ci si vuole bene…
L'appuntamento di In diretta con l’autore, giovedì 21 maggio alle 18.00 sulla pagina Fb di Biblioteche è invece dedicato alla poesia con la presentazione del libro L’Alea di Laura Pugno (Giulio Perrone Editore 2019). Venerdì 22 maggio, dalle 12.00, la Biblioteca Cornelia proporrà Oltre la paura dell’invisibile, bibliografie per metabolizzare le ricadute della pandemia da coronavirus, un nemico imprevedibile, arrivato all’improvviso nelle nostre vite, che scatena ansie e paure. Infine, sabato 23 maggio alle 12.00 Appuntamento con la scienza - Festival delle Scienze 2020. L’incontro in diretta Facebook, in collaborazione con Codice Edizioni, è con Antonello Pasini, autore del libro “L’equazione dei disastri”, che presenta gli impatti del cambiamento climatico sui fragili territori italiani.

PALAZZO delle ESPOSIZIONI. In attesa della riapertura delle sale prevista per domani, 19 maggio, prosegue il progetto #IPianiDelPalazzo con un palinsesto di appuntamenti digital. In programma contenuti inediti e materiali d’archivio pubblicati e aggiornati sul sito e sui canali social del Palazzo delle Esposizioni. Tra le proposte della settimana la mostra Condizione Assange, quaranta ritratti di Miltos Manetas, una mostra che apre per restare chiusa. L’esposizione, inaugurata l’11 maggio con il Palazzo chiuso, è costituita da una serie di circa quaranta ritratti ad olio di Julian Assange eseguiti da Miltos Manetas tra febbraio e aprile di quest’anno e vuole rappresentare, fra le molte cose dette e fatte in questi ultimi due mesi in tutto il mondo, un particolare, forse paradossale, contributo di riflessione sulla condizione della reclusione, dell’isolamento, dell’impossibilità dell’incontro.
La mostra non si potrà visitare fisicamente, ma manterrà questa modalità, l’unico modo per esplorarla rimarrà la sua comunicazione e la documentazione delle sue evoluzioni: dalla preparazione dello spazio fisico predisposto ad ospitarla, all’arrivo delle opere, alle interazioni che la accompagnano a partire dal dialogo tra l’artista e Cesare Pietroiusti, con una narrazione che si riflette su più livelli attraverso i canali social e digitali di Palazzo delle Esposizioni e il profilo creato dall’artista.

MACRO. Continua sui profili Instagram e Facebook il racconto per opere e immagini, intorno a dieci concetti chiave, del percorso che ha portato alla progettazione di Museo per l’Immaginazione Preventiva. HOW CAN WE RETHINK A CONTEMPORARY ART MUSEUM? - COME RIPENSARE UN MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA sviluppa un manifesto che evolve giorno per giorno. Avviato per accompagnare l'apertura del museo, il progetto prosegue aderendo a #laculturaincasa, ampliando la sua riflessione sulla centralità della visione degli artisti anche in relazione al momento che stiamo vivendo. Nuovi formati digitali, ma anche anticipazioni sul futuro programma di Museo per l'Immaginazione Preventiva, sono disponibili sul sito www.museomacro.it, da Dispatch, la serie di podcast che offre il bollettino sonoro del museo, all'opera di Olaf Nicolai Museum as Bureau of Communication, tramite cui tutti possono inviare la loro cartolina d'artista, alla sezione Extra con materiali di approfondimento sulla programmazione sotto forma di parole, immagini, audio e video.

TEATRO di ROMA. Continua la programmazione digital su #TdROnline che arricchisce l’offerta culturale sui canali social Facebook, Instagram e YouTube diventati palcoscenici virtuali per artisti, registi e pensatori e su cui si è tessuto un modo diverso di stare insieme, sempre vivo e diretto, con il pubblico e la comunità del Teatro di Roma. La nuova programmazione accoglie il contributo del Gruppo Acea che con un atto di fiducia accompagnerà il palinsesto di iniziative virtuali del Teatro a partire dall’opera digitale Centuria di Massimo Popolizio, una staffetta di letture, in voce e in video, di trenta dei cento e più mondi allestiti da Giorgio Manganelli in programma giovedì 21 maggio e domenica 24 maggio alle 16.00. Prosegue il dialogo diretto con la comunità di artisti nazionali e internazionali, che Giorgio Barberio Corsetti incontra virtualmente per rinnovare la conversazione sul teatro e immaginare il teatro che verrà. Da questa settimana i dialoghi sposteranno lo sguardo verso nuovi continenti, per iniziare un viaggio attorno al mondo con artisti extraeuropei, appuntamento sabato 23 maggio alle 21 con la regista brasiliana Christiane Jatahy, raffinata artista riconosciuta e premiata in tutto il mondo per la sua ricerca su originali forme teatrali e scenografiche, da sempre impegnata nell’esplorazione di nuove frontiere tra realtà e finzione, teatro e cinema. Radio India, striscia radiofonica quotidiana in cui il commento e l’approfondimento dei giorni che stiamo vivendo si affianca all’immaginazione di mondi altri, nel desiderio di accendere un tempo di condivisione con il pubblico, ridefinendo il significato della parola “teatro”, è sempre live, tutti i giorni, dalle 17.00 alle 20.00 in diretta streaming su www.spreaker.com, poi in podcast anche su spotify e social del Teatro. Le cinque compagnie residenti del Teatro India - DOM, Fabio Condemi, Industria Indipendente, MK, Muta Imago - alle quali per quest’occasione si aggiunge Daria Deflorian, trovano in questo mezzo una modalità per far fluire le proprie pratiche artistiche dai rispettivi paesaggi domestici. Oltre alla programmazione consueta, lunedì 18  appuntamento con la rubrica The Performer – dall’insorgenza alla scomparsa dei corpi, uno spazio di riflessione collettivo attorno a corpo e liveness; martedì 19 maggio l’Extra è guidato da Attilio Scarpellini, mentre venerdì 21 maggio Daria Deflorian in Persone incontra Martina Badiluzzi. Tra gli altri appuntamenti settimanali, martedì 19 alle 16.00 la presentazione del libro di Valentina Valentini, Teatro contemporaneo 1989-2019 (edito da Carocci), un percorso di osservazione dentro le trasformazioni della forma teatro, il cui termine sembra diventato inattuale e ‘altro’, rispetto a un paradigma riconosciuto, per connotarsi come un ‘live set’. Venerdì 22 alle 16.00 il Laboratorio Integrato Piero Gabrielli propone un doppio affaccio video su due progetti e processi creativi, che hanno mantenuto coesa e in connessione la comunità dei ragazzi con e senza disabilità, un impegno costante che ha permesso di continuare a sentirsi tutti coinvolti nell’esperienza scenica e teatrale, anche se costretti a distanza. Emozioni e storie, piene di successi, desideri, aspirazioni e delusioni, attraverseranno le immagini del Monologo degli insiemi, video-documentario dello spettacolo Asimmetrie emotive, una manciata di minuti che raccolgono la ricchezza di esperienze e testimonianze su temi forti legati alla disabilità; mentre con La storia senza storia, parte dello spettacolo Un cabaret poetico, i versi di Gioacchino Belli, Nicola Cinquetti, Bernard Friot, Alda Merini, Moliere, Er Pinto, Silvia Roncaglia, Sergio Tofano e Trilussa si comporranno in un camaleontico varietà musicale. Due pillole video che si rifanno al modo di scrivere di Gianni Rodari – testo e regia di Roberto Gandini con la musica di Roberto Gori – in attesa del debutto degli spettacoli sul palcoscenico del Teatro. Infine, domenica 24 maggio alle 12.00 verrà riproposta una delle quattro Conversazioni sulle Rovine, organizzate nel 2016 al Teatro Argentina, in occasione della mostra La forza delle Rovine al Palazzo Altemps, per ripercorrere il significato di “rovine”, sentinelle del passato, luoghi della memoria, macerie del presente e fonte di energia creativa del futuro.
Ed inoltre, le incursioni artistiche del Teatro Tor Bella Monaca in prima visione sulla pagina Facebook, sul canale Youtube e sul sito, propongono venerdì 22 maggio alle 18.00 Chi me l’ha fatta in testa parte IV, narrazione di Claudia Della Seta tratta dall'omonimo libro, per i bambini; sabato 23 maggio alle 18.00 secondo episodio di FRANZ&NANDO di e con Stefano Zanoli e Andrea Murchio, le vicissitudini di due gaglioffi al tempo del lockdown; domenica 24 maggio  alle 18.00 Diario di un non Intubabile di Alessandro Benvenuti con Andrea Murchio. Il palinsesto settimanale del Teatro Biblioteca Quarticciolo offre un ampio programma digitale, con dirette e prime visioni sulla pagina facebook, martedì 19 maggio alle 11.00 Fabrizio Pallara racconta il suo AUSCHWITZ. UNA STORIA DI VENTO; mentre dalle 10.00 alle 22.00 un’intera giornata in memoria dell’artista Giacomo Verde. Sabato 23 maggio alle 12.00 un video inedito in giro per il Quarticciolo con il poeta Valerio Magrelli sul tema della legalità; domenica 24 maggio alle 19.00 IN CARROZZA. Teatro, storie, musica e sorprese per viaggiare con la fantasia, appuntamento per le famiglie con ospite la Compagnia Teatro Verde di Roma. Con #TVPonline il palinsesto digital di Villa Pamphilj,  sulla pagina Facebook, propone per i piccini martedì 18 maggio alle 21.00 A ME GLI OCCHI (E LE ORECCHIE) sei storie illustrate da Paolo Marabotto e Lorenzo Terranera, con il teatrino Kamishibai, raccontate dagli attori di TVP TBM TDL e Teatro Verde; mercoledì 20 alle 18.00 una pillola di Dieci storie proprio così - Terzo Atto per lL PALCOSCENICO DELLA LEGALITA'- storie 2.0, a cura di Emanuela Giordano e CO2, un progetto in cui il teatro diventa strumento di educazione alla legalità; giovedì 21 maggio alle 18.30 per DIALOGHI MEDITERRANEI Stefano Saletti incontra Gabriella Aiello, per parlare della forza delle musiche tradizionali; venerdì 22 maggio alle 15.00 #JAZZHOME Il jazz non sarà messo in quarantena, il diario nei giorni di isolamento della batterista Cecilia Sanchietti ed inoltre, sempre venerdì ma alle 18.00, Paolo Pecorelli e Checco Galtieri con DIDATTICA, che spettacolo! in dialogo con Patrizio Fariselli, storico componente degli AREA; sabato 23 maggio alle 11.00 SING-A-LONG, inglese e musica per piccolissimi con Diego di Vella e Livia Adinolfi; domenica 24 maggio alle 12.00 LA VIGNETTA di Fabio Magnasciutti, uno dei più apprezzati disegnatori per riflettere con profonda leggerezza.

TEATRO dell'OPERA. La stagione di Teatro Digitale dell'Opera si arricchisce: sul canale You Tube del Teatro, martedì 19 maggio alle 20.00, in prima visione assoluta in streaming, un grande classico del repertorio, una nuova versione de Il lago dei cigni che aveva inaugurato la stagione di balletto 2018-2019, firmata dal francese Benjamin Pech, una fiaba romantica percorsa dall'eterno conflitto tra Bene e Male che ancora oggi, con il suo intenso simbolismo, continua ad affascinare gli spettatori di tutto il mondo. Le note di Pëtr Il'ič Čajkovskij sono affidate alla bacchetta del Direttore Nir Kabaretti che dirige l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma. Da venerdì 22 maggio sarà possibile ammirare La Traviata, nata da un'idea di Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti e che ha segnato il debutto di Sofia Coppola alla regia lirica. Dal 2016 questa straordinaria produzione è andata in scena in ogni stagione del Teatro Costanzi, registrando il tutto esaurito per tutte le recite in cartellone. Tutti vogliono vedere l'opera che ha messo d'accordo la grande tradizione italiana del melodramma e il mondo patinato della moda e del cinema con la regia glamour di Sofia Coppola, le scene hollywoodiane di Nathan Crowley e soprattutto i costumi meravigliosi della Maison Valentino che lasciano sognare il pubblico. Sul podio dell'Orchestra il maestro Jader Bignamini, mentre il Coro è diretto dal maestro Roberto Gabbiani e il Corpo di Ballo è impegnato nelle coreografie di Stéphane Phavorin.  
Sui profili social del Teatro, durante la settimana di programmazione, sarà anche possibile riascoltare interviste-video con immagini delle prove.  
Prosegue la rubrica Opera in pillole grazie alla maestria del musicologo Giovanni Bietti che, con un linguaggio semplice e accessibile, illustra in un viaggio di poco più di dieci minuti il meraviglioso mondo dell'opera. La pillola di mercoledì 20 sarà dedicata alla Dialettica dei sentimenti. Sabato 23 maggio invece sarà possibile approfondire un simbolo musicale molto frequente, una metafora molto utilizzata dai compositori la Tempesta. Tutta la serie completa di "Opera in pillole" è disponibile su You Tube e su Instagram TV.

ACCADEMIA NAZIONALE di SANTA CECILIA. Su www.santacecilia.it e sui social dell’Accademia, giovedì 21 maggio alle 19.30 Antonio Pappano, sul podio dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, leverà la bacchetta sul Quartetto per archi (nella versione per orchestra) di Verdi. Ritorno gradito è quello di Ian Bostridge, interprete della Serenata per tenore, corno e archi, di Benjamin Britten, uno dei compositori d’elezione del noto cantante inglese.
Accanto a Bostridge, Alessio Allegrini, primo corno di Santa Cecilia e soprattutto uno tra i cornisti di più chiara fama a livello internazionale. La seconda parte del concerto sarà interamente dedicata alla Sinfonia n. 5  di Beethoven. Venerdì 22 maggio alle 20.30 Fabio Biondi, nome affermato nel mondo nell’interpretazione della musica barocca, torna a Santa Cecilia nella doppia veste di direttore e in quella di violino solista. Il programma prevede la Sinfonia n. 31 K 297 "Parigi" –  scritta alla fine di un viaggio durato più di un anno, che aveva portato il ventiduenne Mozart da Mannheim a Parigi, alla ricerca di nuove prospettive professionali che potessero migliorare la deludente realtà della corte Salisburghese in cui il compositore si sentiva limitato artisticamente e umanamente – la Sinfonia Concertante K 364 e la Sinfonia n.36 k425 "Linz". Sabato 23 maggio alle 18.00 Ivor Bolton, dirige lo Stabat Mater di Rossini, capolavoro del compositore pesarese, sul podio di Orchestra e Coro di Santa Cecilia. Solisti alcuni dei protagonisti più acclamati sulle scene internazionali, come il soprano Eleonora Buratto, il mezzosoprano Veronica Simeoni; il tenore Paolo Fanale e il basso Roberto Tagliavini.
Proseguono, inoltre, gli appuntamenti per i bambini con i laboratori musicali su santacecilia.it/onlineforkids

AUDITORIUM PARCO della MUSICA - FONDAZIONE MUSICA per ROMA. Prosegue  #AuditoriumLives il palinsesto online della Fondazione sui canali Facebook, Instagram, Twitter, Spotify, Telegram. Tra gli altri appuntamenti, lunedì la consueta rubrica Ascendenti Musicali. Mercoledì 20 maggio alle 19.00 ospite Danilo Gallo che con Massimiliano, Francesco Bigoni e Jim Black presenterà Hide, Show Yourself! il nuovo album in uscita in tutti gli store per l’etichetta Parco della Musica Records.
Giovedì 21 maggio alle 11.00 il podcast di Economia Come 2018 con la lezione di Marco Pagliaro e Valentina Termini, introdotta da Marco Panara, dal titolo Energia, la grande trasformazione dal petrolio alle rinnovabili. La giornata di venerdì 22 maggio sarà dedicata alla Lezione di rock a cura di Ernesto Assante e Gino Castaldo, questa settimana dedicata al percorso musicale Dagli Who ai Queen. Sabato 23 maggio alle 19.00 #AuditoriumLives ospiterà il solo Giovanni Falzone con il brano Neve. La domenica sarà come sempre dedicata alla scoperta dell’Auditorium e dei suoi magnifici spazi, musei e sale.

CASA del JAZZ. Nuovi artisti si aggiungono alla programmazione online per #IoRestoaCasa del Jazz sui canali social di Villa Osio (Facebook, Instagram, Twitter), appuntamento mercoledì 20 maggio con ospite il gruppo Archive Valley con Matan Rochlitz alla voce, banjo e mandolino, Edoardo Petretti al pianoforte e fisarmonica e Marco Zenini al contrabbasso. La folk band eseguirà il brano Down to the river.

CASA del CINEMA. Settimana ricca di appuntamenti sui canali social della Casa, appuntamento martedì 19 maggio tornerà a trovare gli amici della Casa il suo direttore Giorgio Gosetti grazie all’appuntamento imperdibile, alle 10.30, con la rubrica La cineteca del direttore. Le riflessioni di questa settimana saranno dedicate al capolavoro di Stanley Kubrick Barry Lyndon; giovedì 21 maggio alle 10.30 al film di Anthony Mann La caduta dell’impero Romano e domenica 24 maggio alle 16.30 a quello di Tonino Valeri Il mio nome è nessuno. Mercoledì 20 maggio alle 10.30, invece, sarà la volta della rubrica La parola al critico con il ritorno di Fabiana Sargentini che, nella sua Fictionmania, parlerà delle recente serie tv Hollywood. Appuntamento speciale in programma giovedì 21 maggio alle 16.30  quando, in occasione dei 45 anni dall’uscita del film Pasqualino Settebellezze, candidato a 4 premi Oscar (e la Wertmüller fu la prima donna ad essere candidata come miglior regista) verrà riproposto, nell’ambito dei Percorsi di Cinema a cura di Anac, l’incontro con Lina Wertmüller intervistata da Carlo Lizzani. Non mancheranno ovviamente gli appuntamenti con le rubriche storiche My Best Movie Line, il gioco Instagram che permetterà di entrare nelle stories del profilo della Casa del Cinema inviando la frase indimenticabile tratta da un film; il quiz sul cinema da fare insieme; i festeggiamenti per i compleanni di attori e registi celebri; la riproposizione di frasi celebri del cinema e poi ancora la rubrica La Casa del Cinema segnala con le proposte più interessanti delle cineteche e delle distribuzioni italiane. Venerdì 22 maggio inaugurerà il fine settimana della Casa la doppia rubrica ormai storica: alle 10.30 sarà la volta di Mario Di Francesco con Villa Borghese: profumo di cinema, ricordi di film e attori, di set e di ciak dalla Casina delle Rose alla Casa del cinema, mentre alle 16.30 per Cinema da leggere si parlerà del libro del momento Woody Allen. A proposito di niente. Nuova rubrica invece in partenza sabato 23 maggio alle 16.30 con Cinema inCanto, a cura di Jonathan Giustini, si parlerà del rapporto tra le canzoni e il cinema. In particolare, in questo esordio, ci si soffermerà su Modugno e Pasolini. Nella stessa giornata, ma alle 11.00, previsto anche l’appuntamento con le Lezioni di Cinema del passato questa volta in compagnia di Abbas Kiarostami, celebre regista iraniano vincitore nel 1997 della Palma d’oro a Cannes per il film Il sapore della ciliegia, che nel 2005 presentò alla Casa del Cinema il film Tickets, di cui girò un episodio (gli altri due sono di Ermanno Olmi e Ken Loach). Infine, domenica 17 alle 11.00 tornerà il mondo del documentario con i consigli di Maurizio di Rienzo, curatore della rassegna ItaliaDoc che si svolge alla Casa del Cinema da 14 anni, che parlerà di Pino Daniele - Il tempo resterà di Giorgio Verdelli.

FONDAZIONE CINEMA per ROMA. Prosegue l’iniziativa Backstage: il cinema e i suoi mestieri, che raccoglie in video una serie di testimonianze firmate da alcuni dei più noti e apprezzati professionisti del grande schermo. Durante la settimana, alle 12.00 saranno condivise tre clip sul sito www.romacinemafest.org e attraverso i canali social della Fondazione @romacityfest. Lunedì 18 e mercoledì 20 maggio parleranno due vincitori del David di Donatello 2020, Dalia Colli e Francesco Pegoretti, premiati rispettivamente come miglior trucco e come migliore acconciatore per il loro lavoro in Pinocchio di Matteo Garrone. Venerdì 22 maggio sarà la volta di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, vincitori di tre premi Oscar® alla Miglior scenografia per The Aviator e Hugo Cabret di Martin Scorsese e Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street di Tim Burton. Giovedì 21 maggio alle 12.00 sarà pubblicata una clip di approfondimento su uno dei generi più frequentati on line, il video essay. Questa nuova forma di critica e riflessione sull’audiovisivo è protagonista di un nuovo Festival organizzato nell’ambito di Cinema al MAXXI 2020.  

NUOVO CINEMA AQUILA.  Continuano le proposte sui canali social facebook e instagram de  #ildiariodellachiusura. Lunedì 18 verrà lanciato il contest Andrà tutto bene - Diari filmati ai tempi del coronavirus #andràtuttobene. Mercoledì 20 maggio sarà quindi il turno de L’Aquila in pillole, brevi segnalazioni su film di ieri e di oggi particolarmente adatti al pubblico della sala per condividere informando e strappando un sorriso (l’ultima segnalazione ha riguardato ‘Il sorpasso’ di Dino Risi) #laquilainpillole. Il Diario, come ogni venerdì, renderà disponibili alla visione i cortometraggi selezionati dal nostro staff, questo venerdì 22 maggio, per la durata di una settimana, per Il Maggio di Milano, sezione dedicata ai lavori del capoluogo lombardo - sarà visibile Senza negazione di Elisa Baccolo, Gaia Siria Meloni e Giacomo Riillo #icortidellaquila  #aicorticiteniamo  #ilmaggiodimilano. Infine, domenica 24 maggio saranno consigliate le migliori pellicole scelte per i fedelissimi tramite sondaggi, dando massima precedenza a quelle visibili gratuitamente, per le quali verrà fornito direttamente il link per la visione (l’ultima proposta ha riguardato ‘Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti’ di Apichatpong Weerasethakul) #laquilaconsiglia  #ilcinemalofaitu.

ROMAEUROPA FESTIVAL. Proseguono gli appuntamenti facebook con l’archivio del Romaeuropa Festival, questa settimana esplorando differenti geografie della danza nazionale, europea e internazionale. Primo appuntamento martedì 19 maggio con il coreografo francese Noè Soulier dal REf16 con l’intervista realizzata in occasione della presentazione del suoRemoving, appassionante ricerca sulla relazione tra l’intenzione, il movimento e i significati generati dal gesto.
Dall’edizione 2018 del Romaeuropa Festival,  l’intervista proposta giovedì 21 maggio, vede  protagonista il coreografo e danzatore libanese Omar Rajeh, fondatore della compagnia Maqamat Dance (Beirut, 2002) per rivivere attraverso le sue parole lo spettacolo #minaret: un incontro tra coreografia, arti visive e musica eseguita dal vivo e ispirata all’eredità sonora di Aleppo, ma anche un atto di resistenza contro la demolizione di una delle città più antiche del mondo attraverso una coreografia per droni, danzatori e musicisti.
È la compagnia italiana CollettivO CineticO guidata dalla coreografa Francesca Pennini ad essere, infine, protagonista dell’appuntamento di domenica 24 maggio nell’intervista dedicata all’enigmatico spettacolo Benvenuto Umano presentato durante il REf17: una piccola tribù di performer e circensi  dà vita a un rituale inventato, per celebrare e ricongiungere elementi tra loro diversissimi e tracciare una linea tra questa terra e la profondità del cielo.


Per approfondimenti e aggiornamenti: canali social @culturaroma con hashtag #laculturaincasa.

Additional Info

  • data inizio: Monday, 18 May 2020
  • data fine: Sunday, 24 May 2020
  • Depubblicazione homepage: Monday, 25 May 2020
Read 371 times Last modified on Monday, 18 May 2020 21:18
Giorgia DM

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Latest from Giorgia DM

Related items