Lunedì, 19 Novembre 2018 17:50

Religioni nella metropoli tra fondamentalismo e consumo In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Mercoledì 28 novembre 2018 alle ore 18 presso la Sala valdese in Via Marianna Dionigi 59 Il Centro Studi e Rivista Confronti e la Libreria Claudiana di Roma invitano alla presentazione del libro a cura di Fabio Tarzia edito da Manifestolibri Religioni nella metropoli tra fondamentalismo e consumo.

Mercoledì 28 novembre 2018 alle ore 18 presso la Sala valdese in Via Marianna Dionigi 59 Il Centro Studi e Rivista Confronti e la Libreria Claudiana di Roma invitano alla presentazione del libro a cura di Fabio Tarzia edito da Manifestolibri Religioni nella metropoli tra fondamentalismo e consumo.

Programma

intervengono

Massimo Ilardi
Docente di Sociologia urbana
Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno – Università di Camerino

Maria Immacolata Macioti
Già Prof. ordinario di Sociologia – Sapienza Università di Roma

Paolo Naso
Docente di Scienza politica – Sapienza Università di Roma

Fabrizio Valletti
Padre gesuita, fondatore del “Centro Hurtado” di Scampia a Napoli

sarà presente il curatore

Fabio Tarzia
Sociologia dei processi culturali e comunicativi
Facoltà di Lettere e Filosofia – Sapienza Università di Roma


modera

Michele Lipori
Redazione Confronti

IL LIBRO

Il mondo globalizzato, tecnologico, laico, ateo e materialista, sembrerebbe non aver alcun bisogno delle religioni.
Così quello che era stato definito l'"oppio dei popoli" potrebbe apparire oggi come un mostro patetico e innocuo. Niente di più sbagliato.
Le cronache di tutti i giorni ci raccontano di un pianeta in cui soprattutto i grandi monoteismi universalistici il cristianesimo e l'islam, hanno riacquistato un potere immenso. Da cosa nasce questo ritorno alla trascendenza e alle "chiese" che costruiscono identità collettive? E soprattutto in che relazione è questo fenomeno con un aspetto centrale del mondo contemporaneo, quello della metropoli e del consumo, che sembrerebbe del tutto impermeabile rispetto a rigurgiti oltremondani? È possibile che le religioni agiscano sull'apparente assetto egemonico del consumo, al punto da limitarne l'onnipotenza, gli effetti e la portata? O almeno di caratterizzarlo in maniera differenziata e in relazione alle peculiarità culturali, geografiche, storiche? Il libro affronta la questione da diversi punti di vista disciplinari (dalla sociologia alla filosofia) e giovandosi del contributo di esperti specializzati nello studio delle singole religioni.

Via Marianna Dionigi, 59

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Mercoledì, 28 Novembre 2018
  • data fine: Mercoledì, 28 Novembre 2018
  • Indirizzo: Via Marianna Dionigi, 59 - Roma
  • Depubblicazione homepage: Giovedì, 29 Novembre 2018
Letto 137 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Novembre 2018 17:55
Show Street View
Giorgia DM

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.