Feste

Le feste più note sono:
1 gennaio: anno nuovo. Vicino l’albero di Natale è solito festeggiare l’anno nuovo come in tutte le parti del mondo.
7 gennaio: Natale ortodosso. Una particolarità di questa festa è un’usanza che si tramanda nelle piccole cittadine. Ovvero gli abitanti creano piccoli gruppi, indossano costumi particolari e portano nelle varie abitazioni i loro canti natalizi ed è abitudine dei padroni di casa offrire loro bevande e dolci tipicamente natalizie.
8 marzo: Festa della donna, che negli ultimi anni ha perso il mero significato dell’accaduto divenendo una festa rivolta principalmente a tutte le femmine con una particolare attenzione alle mamme.
Marzo/Aprile: Pasqua. Solitamente per questa occasione si prepara un ciambellone che si chiama Pasca e si dipingono le uova sode, con le quali ogni tanto i bambini si divertono a fare un gioco antico: due ragazzi fanno scontrare le due uova sode e colui che si ritrova con l’uovo sano vince prendendosi quello rotto dell’avversario.
1 maggio: Festa del lavoro, giorno in cui le famiglie si riuniscono e fanno un picnic fuori città in riva al fiume, in montagna, in bosco ecc.
9 maggio: Vittoria della seconda guerra mondiale; in questa occasione in tutte le piazze principali di tutte le città e paesi, ex soldati si riuniscono e insieme a tutti ballano, cantano canzoni di guerra, suonano la fisarmonica e con l’uso di una cucina che usavano in tempi di guerra preparano una pietanza tipica di quel tempo ricreando così l’atmosfera, fin quando la sera tutto si conclude sotto le luci e gli scoppiettii dei giochi pirotecnici.
30/31 maggio: Giornata della città di Kiyiv: dove in tutti i parchi e le piazze di questa città si riuniscono molte persone da tutta l’ucraina ed organizzano per l’occasione concerti, mostre, spettacoli che raccontano la storia e la nascita di questa città.
24 agosto: Giorno dell'indipendenza (1991 scissione della vecchia Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche).
7/8 ottobre: Festa della liberazione.
19 dicembre: San Nicola, il quale a mezzanotte nasconde i regali sotto i cuscini e, il mattino seguente, la famiglia si diverte a scartare questi doni.