Tuesday, 07 February 2012 15:52

Incontrarsi: racconti di donne migranti e native

Written by
Rate this item
(0 votes)

Fino al 31 marzo è possibile partecipare al Concorso letterario per straniere e native Incontrarsi: racconti di donne migranti e native a cura del Caffè letterario della Casa Internazionale delle Donne con il patrocinio della Provincia di Roma, Assessorato alle politiche culturali. Le opere scelte verranno pubblicate in un volume edito dalla casa editrice Ediesse. Il concorso si propone di incoraggiare l'incontro tra migranti e native, residenti a Roma e provincia, e di dare voce alle seconde generazioni delle migrazioni, ai loro problemi di integrazione e al contempo di rapporto con la terra e la cultura di provenienza.

Fino al 31 marzo è possibile partecipare al Concorso letterario per straniere e native Incontrarsi: racconti di donne migranti e native a cura del Caffè letterario della Casa Internazionale delle Donne con il patrocinio della Provincia di Roma, Assessorato alle politiche culturali. Le opere scelte verranno pubblicate in un volume edito dalla casa editrice Ediesse. Il concorso si propone di incoraggiare l'incontro tra migranti e native, residenti a Roma e provincia, e di dare voce alle seconde generazioni delle migrazioni, ai loro problemi di integrazione e al contempo di rapporto con la terra e la cultura di provenienza.

Per chi emigra la parola ha un'importanza decisiva e doppia. La parola ha il compito di tenere vivo il ricordo, da una parte, e dall'altra, di farsi spazio in un mondo nuovo. Chi emigra è così preso tra due 'parole' e due lingue, una da ricordare, l'altra da imparare.
Negli ultimi anni alcune donne, provenienti da paesi diversi e fra loro lontani, hanno compiuto una scelta coraggiosa: quella di utilizzare la lingua nuova, cioè la lingua straniera e 'matrigna', non più soltanto in modo funzionale, per fruire al meglio delle opportunità offerte dalla società di accoglienza, ma per raccontare. Per queste migranti la scrittura, il racconto, la narrazione nella nuova lingua sono fondamentali strumenti di autorappresentazione e di 'rappresentazione' dei mutamenti che intervengono in un contesto particolare come quello dell'emigrazione.
Anche le italiane, sempre più spesso presenti e attive in associazioni interculturali, amano raccontare l'impatto che l'incontro con 'l'altra' ha sulle loro vite. Questi racconti sono senz'altro una preziosa occasione di conoscenza reciproca e un momento di scambio reale e profondo attraverso la comparazione dei vari 'punti di vista' e dei modi di narrare il nostro mondo comune.
Per questo il caffè letterario della Casa Internazionale delle Donne si propone di incoraggiare l'incontro tra migranti e native, residenti a Roma e provincia, e di dare voce alle seconde generazioni delle migrazioni, ai loro problemi di integrazione e al contempo di rapporto con la terra e la cultura di provenienza, tramite un apposito concorso, rivolto alle donne, con ricorrenza annuale.

Si potranno poi organizzare incontri, alla presenza delle stesse autrici, in diversi contesti e luoghi, in particolare nelle scuole. Ciò potrà essere un’occasione per stimolare tra gli studenti e le studentesse una riflessione e una discussione sui loro rapporti con “l’altro”, il compagno o compagna di classe di un altro colore e di un’altra cultura; lungo e ricco può essere il cammino degli incontri, delle conoscenze, delle relazioni con “l’altro”. E viceversa: sarà interessante sentire la voce delle studentesse e degli studenti appartenenti a famiglie immigrate, i loro rapporti con “l’altro”, i loro problemi ed esperienze, tra l’essere in sospensione tra due mondi e una nuova identità.

La giuria è composta da Maria Rosa Cutrufelli (presidente), Cristina Ali Farah, Isabella Peretti, Igiaba Scego, Stefania Vulterini, selezionerà i racconti inviati - a seguito del presente bando pubblicato dal sito della Provincia e dalla Casa Internazionale delle Donne – e sceglierà dieci vincitrici; il premio consisterà nella pubblicazione in volume dei racconti delle autrici prescelte.


Regolamento del concorso letterario:
1. Il concorso è aperto a tutte le donne e le ragazze - migranti e native - di Roma e provincia
2. Le partecipanti possono inviare un racconto della lunghezza massima di 10 cartelle (trenta righe per sessanta battute) al seguente indirizzo: Concorso Incontrarsi: Racconti di donne migranti e native - Casa Internazionale delle Donne, via della Lungara 19 - 00186 Roma Oppure via mail a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ( specificando in oggetto: Concorso Incontrarsi: Racconti di donne migranti e native)
3. Scadenza per l’invio dei racconti: 31 marzo 2012
4. Le opere devono essere inedite e redatte in italiano
5. Le opere dovranno pervenire via mail o in 2 copie cartacee, firmate dall'autrice, e contenere:
nominativo, luogo e data di nascita, recapito postale e telefonico e una breve biografia
6. La giuria, con giudizio insindacabile, sceglierà dieci opere.
7. Le opere vincitrici verranno raccolte in volume antologico e ogni autrice pubblicata riceverà
gratuitamente alcune copie del volume
8. Alla cerimonia della Premiazione, alcuni brani dei testi verranno letti da attrici






 

Read 936 times Last modified on Thursday, 09 February 2012 16:53
Giorgia DM

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.