Monday, 15 October 2018 15:02

Omaggio a Mohammad Bakri Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

Con il supporto di altre associazioni, Assopace Palestina ha organizzato una serie di eventi in solidarietà con il regista Mohammad Bakri, che sarà in Italia dal 16 al 27 ottobre. Prima tappa martedì 16 ottobre 2018 dalle 18 presso il Nuovo Cinema Aquila in via L'Aquila,66/74, per una serata di proiezioni con la presenza di Mohammad Bakri, Saverio Costanzo, Luisa Morgantini e Daniele Vicari. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Di seguito il programma.

Con il supporto di altre associazioni, Assopace Palestina ha organizzato una serie di eventi in solidarietà con il regista Mohammad Bakri, che sarà in Italia dal 16 al 27 ottobre. Prima tappa martedì 16 ottobre 2018 dalle 18 presso il Nuovo Cinema Aquila in via L'Aquila,66/74, per una serata di proiezioni con la presenza di Mohammad Bakri, Saverio Costanzo, Luisa Morgantini e Daniele Vicari. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Di seguito il programma.

Programma:
ore 18
proiezione di "Private" di Saverio Costanzo
(2004 - 90')

al termine aperitivo palestinese con pane, olio e za'atar

ore 21
proiezione di "Jenin, Jenin" di Mohammad Bakri
(2002 - 54' - V.O. con sottotitoli in italiano)

a seguire
proiezione di "Da quando te ne sei andato" di Mohammad Bakri (2005 - 58' - V.O. con sottotitoli in italiano)

Alla serata parteciperanno e dialogheranno con il pubblico al termine delle proiezioni:

Mohammed Bakri, regista
Saverio Costanzo, regista
Luisa Morgantini, presidente AssopacePalestina
Daniele Vicari, regista

Mohammad Bakri è un attore e regista palestinese di cittadinanza israeliana. Dal 2002 subisce una campagna di diffamazione e persecuzione giudiziaria in Israele, dove è stato accusato di vilipendio contro l’esercito israeliano per aver realizzato il film “Jenin Jenin”. Il documentario è stato girato a caldo, nel 2002, subito dopo la distruzione totale del campo profughi di Jenin, nel nord della Cisgiordania, nell'ambito dell'offensiva militare "Scudo difensivo". Per due anni il film è stato vietato in Israele e Bakri ha subito un processo da cui è stato assolto nel 2006.
Ora contro di lui è scattata una nuova offensiva giudiziaria: un capitano dell’esercito israeliano lo ha citato in giudizio per diffamazione, chiedendo un risarcimento di due milioni e 600 mila shekel (circa 627 mila euro).
Per questa ragione, come dieci anni fa, il mondo del cinema si è mobilitato in solidarietà con il regista e in difesa della libertà di espressione, lanciando la campagna #iostoconBakri.
Tra le prime adesioni all’appello ci sono Bernardo Bertolucci, Mario Martone, Citto Maselli, Giuliano Montaldo, Paolo e Giovanna Taviani, Marco Tullio Giordana, e ancora Elio Germano, Isabella Ragonese, Daniele Vicari e Valerio Mastandrea.

Nuovo Cinema Aquila
via L'Aquila,66/74

Additional Info

  • data inizio: Tuesday, 16 October 2018
  • data fine: Tuesday, 16 October 2018
  • Indirizzo: via L'Aquila,66/74 - Roma
  • Depubblicazione homepage: Wednesday, 17 October 2018
Read 393 times Last modified on Monday, 15 October 2018 15:07
Show Street View
Giorgia DM

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.