Giovedì, 24 Settembre 2015 12:19

finta finta di Paola Rolletta

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 26 settembre 2015 alle 18,30 GRIOT, via di Santa Cecilia 1/a, vi invita alla presentazione del libro finta finta con l’autrice Paola Rolletta. Il ricavato della vendita del libro sarà utilizzato per la realizzazione del progetto “Finta-Finta Mabilibili” promosso da Time For Africa in collaborazione con la scuola comunitaria di Mabibilbili del distretto di Matutuine in Mozambico, per la realizzazione del campo sportivo necessario per favorire la pratica sportiva dei giovani.

Sabato 26 settembre 2015 alle 18,30 GRIOT, via di Santa Cecilia 1/a, vi invita alla presentazione del libro finta finta con l’autrice Paola Rolletta. Il ricavato della vendita del libro sarà utilizzato per la realizzazione del progetto “Finta-Finta Mabilibili” promosso da Time For Africa in collaborazione con la scuola comunitaria di Mabibilbili del distretto di Matutuine in Mozambico, per la realizzazione del campo sportivo necessario per favorire la pratica sportiva dei giovani.

Copertina finta finta
Nel libro “finta finta” , pubblicato da Aviani & Aviani, con prefazione dello scrittore mozambicano João Paulo Borges Coelho, Paola Rolletta racconta la storia del calcio mozambicano attraverso il ritratto di giocatori e allenatori che hanno fatto conoscere il nome del Mozambico nel mondo, dagli anni 50 ai giorni nostri.
“finta finta” è un omaggio a tutti i giocatori e allenatori mozambicani, famosi e anonimi, sognatori e che hanno fatto e fanno la storia del calcio e della nazione mozambicana. Nel libro ci sono trentuno ritratti, un campione dell’enorme contributo che il Monzambico ha dato allo sviluppo del calcio mondiale, con personaggi come Matateu, Mário Coluna, Eusébio, Shéu, Calton Banze, Tico Tico …, tra gli altri “principi del pallone”, nelle parole di João Paulo Borges Coelho.

“finta finta”, come i mozambicani dicono per “giocare a calcio”, è un’espressione associata alle partite di ragazzini, in spiaggia o nei campetti di periferia, partite da cui sono usciti in passato tanti campioni, che oggi però scarseggiano.
Nonostante abbia un ruolo importante nella vita di tutti i giorni in Mozambico, il calcio non ha mai avuto un posto speciale nella storia, ma anche il calcio è storia. Come diceva José Craveirinha, il massimo poeta del Mozambico, attraverso un semplice pallone, il modo di giocare, di organizzare una partita, si può conoscere la storia di un popolo.
Il libro è stato pubblicato in Mozambico, in edizione bilingue portoghese/inglese nel 2011. Ricco di informazioni storiche e corredato da schede tecniche e numerose fotografie, è stato tradotto e pubblicato in Italia, nel 2015.

Paola Rolletta, giornalista italiana, vive in Mozambico e lavora come freelancer per diverse testate nazionali e internazionali. Il calcio è una delle sue passioni, non avendo alcun talento con il pallone, si diverte a scriverne.


GRIOT
Via di Santa Cecilia, 1/a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Sabato, 26 Settembre 2015
  • data fine: Sabato, 26 Settembre 2015
  • Indirizzo: Via di Santa Cecilia, 1/a roma
Letto 843 volte Ultima modifica il Lunedì, 28 Settembre 2015 12:47
Show Street View
Leila D

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.