Lunedì, 27 Gennaio 2020 11:03

Nulla di ordinario: Su Wislawa Szymborska In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Martedì 11 febbraio 2020 presso l'Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna 1, si tiene la presentazione del libro di Michal Rusinek Nulla di ordinario. su Wislawa Szymborska (Adelphi, 2019). Dialoga con l'autore Luigi Marinelli. L'incontro si tiene nell'ambito del progetto Europa in circolo 2019 - Incontri con scrittori europei contemporanei, nato nell’ambito delle attività culturali organizzate dall’associazione degli istituti culturali europei (EUNIC) e giunto alla sua seconda edizione, vede raddoppiata la partecipazione delle istituzioni culturali presenti a Roma.

Martedì 11 febbraio 2020 presso l'Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna 1, si tiene la presentazione del libro di Michal Rusinek Nulla di ordinario. su Wislawa Szymborska (Adelphi, 2019). Dialoga con l'autore Luigi Marinelli. L'incontro si tiene nell'ambito del progetto Europa in circolo 2019 - Incontri con scrittori europei contemporanei, nato nell’ambito delle attività culturali organizzate dall’associazione degli istituti culturali europei (EUNIC) e giunto alla sua seconda edizione, vede raddoppiata la partecipazione delle istituzioni culturali presenti a Roma.

In un arco temporale che va dal 20 marzo 2019 al 22 gennaio 2020, Bulgaria, Croazia, Germania, Italia, Polonia, Romania Slovenia, Slovacchia, Spagna e Ungheria organizzano un incontro con uno scrittore o un poeta contemporaneo particolarmente significativo per la cultura del proprio paese, che presenta una sua opera che sia stata tradotta anche in italiano.

L'iniziativa, rivolta sia ai circoli di lettura sia ai lettori "forti" italiani e stranieri, si pone l'obiettivo di ampliare la conoscenza reciproca delle culture e delle lingue nazionali europee e di creare una rete internazionale di scambio e confronto in ambito letterario.

L’Istituto Polacco ha scelto, per questa seconda edizione del progetto, lo scrittore Michal Rusinek con l’opera Nulla di ordinario. Su Wislawa Szymborska (Adelphi, 2019).

L'evento è organizzato in collaborazione con Adelphi editore.

 

Nulla di ordinario: Su Wislawa Szymborska

Il 3 ottobre del 1996 l’Accademia di Svezia comunica a Wisława Szymborska che le è stato assegnato il premio Nobel. Da quel momento, lei così schiva, è costantemente sollecitata: arrivano lettere, telegrammi, manoscritti, richieste e proposte spesso del tutto incongrue. Il telefono squilla anche di notte. Si impone il supporto di un segretario. Quando Michał Rusinek, neolaureato ventiquattrenne, si presenta in casa sua, la trova sgomenta. «Allora» racconta «chiesi cortesemente un paio di forbici e tagliai il cavo. Il telefono smise di squillare. La Szymborska esclamò: “Geniale!”. E fu così che venni assunto». Le resterà accanto per più di quindici anni. In questo libro – basato su ricordi di prima mano – Rusinek getta un fascio di luce su aspetti della grande poetessa rimasti finora in ombra: le sue a volte stravaganti passioni (per i limerick e per il Kentucky Fried Chicken, per Vermeer e per gli oggetti kitsch, per Woody Allen e per Il Circolo Pickwick – e soprattutto per le sigarette); il suo bisogno di solitudine; il modo in cui nascevano le sue poesie («Sosteneva che l’utensile più importante nella casa di un poeta fosse il cestino della cartastraccia») e quello in cui creava i suoi collage; i suoi (complessi) rapporti con l’altro grande premio Nobel polacco, Czesław Miłosz; i rituali della scrittura e quelli che precedevano qualunque spostamento. Ma inanella anche decine di aneddoti esilaranti, di battute fulminanti e di osservazioni acuminate, in cui ritroviamo l’esprit settecentesco, la sottile ironia e la capacità di stupirsi di una delle poetesse più fervidamente amate dai lettori di tutto il mondo. (Fonte: Adelphi)

Michal Rusinek

Scrittore per bambini e adulti, traduttore e poeta, è docente presso la facoltà di Lettere dell’Università Jagellonica di Cracovia. Nel 2009 è stato pubblicato in Italia il suo poemetto Il piccolo Chopin. È diventato il segretario di Wislawa Szymborska subito dopo l’attribuzione alla poetessa del Premio Nobel per la Letteratura ed è, dopo la sua morte, il presidente della Fondazione da lei voluta.

Luigi Marinelli

Ordinario di Lingua e Letteratura Polacca presso Sapienza – Università di Roma, è membro straniero delle due Accademie delle Scienze Polacche (PAN e PAU) e dottore honoris causa dell’Università Jagellonica di Cracovia. E’ coautore del libro Szymborska. Un alfabeto del mondo (Donzelli, 2016).

 

 

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Martedì, 11 Febbraio 2020
  • data fine: Martedì, 11 Febbraio 2020
  • Indirizzo: via Vittoria Colonna, 1, Roma
  • Depubblicazione homepage: Mercoledì, 12 Febbraio 2020
Letto 167 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Gennaio 2020 11:41
Show Street View
Federica Q

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.