Giovedì, 31 Ottobre 2019 10:52

Mondo Ex II In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

LIPA presenta la seconda tappa della rassegna Mondo Ex in omaggio a Predrag Matvejević, intitolata Ex Novo di Alessandro Ciafardini, Zhanna Stankovych, Zoran Cardula a cura di Luči Žuvela, fino al 17 novembre 2019 presso la Galleria Gard, via dei Conciatori, 3/i, nel cuore di Testaccio, baluardo di autentica romanità a ridosso della Piramide Cestia. Il 9 novembre 1989, trent’anni fa, la caduta del Muro di Berlino segnava l’inizio di un’epoca affollata del prefisso “ex”. Perché, come scrive Predrag Matvejević nel suo libro “Mondo Ex” a cui si ispira l’iniziativa dell’Associazione Lipa, “E’ legittimo domandarsi cosa significhi in realtà, essere “ex” o dirsi “ex”. Essere stato cittadino di una ex Europa finalmente affrancata, di una Ex Unione Sovietica disgregata, di una ex Jugoslavia distrutta?... Non essere più o non volere più essere ciò che si è stati o ciò che si presumeva essere?. Vernissage 8 Novembre 2019, ore 19.

LIPA presenta la seconda tappa della rassegna Mondo Ex in omaggio a Predrag Matvejević, intitolata Ex Novo di Alessandro Ciafardini, Zhanna Stankovych, Zoran Cardula a cura di Luči Žuvela, fino al 17 novembre 2019 presso la Galleria Gard, via dei Conciatori, 3/i, nel cuore di Testaccio, baluardo di autentica romanità a ridosso della Piramide Cestia. Il 9 novembre 1989, trent’anni fa, la caduta del Muro di Berlino segnava l’inizio di un’epoca affollata del prefisso “ex”. Perché, come scrive Predrag Matvejević nel suo libro “Mondo Ex” a cui si ispira l’iniziativa dell’Associazione Lipa, “E’ legittimo domandarsi cosa significhi in realtà, essere “ex” o dirsi “ex”. Essere stato cittadino di una ex Europa finalmente affrancata, di una Ex Unione Sovietica disgregata, di una ex Jugoslavia distrutta?... Non essere più o non volere più essere ciò che si è stati o ciò che si presumeva essere?. Vernissage 8 Novembre 2019, ore 19.

Ex Novo raccoglie negli ampi spazi della Galleria Gard le tre mini-personali. Le opere di tre artisti internazionali: Alessandro Ciafardini, Zhanna Stankovych e Zoran Cardula. Un performer-artigiano, un graphic designer e una fotografa, il cui trait d’union è la capacità di ri-pensare il manufatto, di conferire una nuova linfa vitale a oggetti di uso quotidiano, di captare con uno sguardo diverso le memorie individuali e collettive, i volti e le mani delle persone che hanno avuto la capacità di reinventarsi in contesti diversi.

Ricominciare “ex novo”.

La mostra, in linea con la missione della rassegna Mondo Ex, si propone di far conoscere al pubblico romano la ricchezza della produzione artistica, letteraria e musicale di quel mondo che oggi definiamo Ex Mondo e che oltrepassa i suoi confini geografici, per rappresentare una condizione esistenziale di tutto l’Occidente, segnato dalla caduta del Muro. Nelle parole di Predrag

“Ci sono degli ex dappertutto, lo siamo quasi tutti.... Non si nasce ex, lo si diventa”

Galleria Arte Roma Design - Gard
via dei Conciatori, 3/i (giardino interno) Metro Piramide

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Venerdì, 08 Novembre 2019
  • data fine: Giovedì, 17 Ottobre 2019
  • Indirizzo: Via dei Conciatori, 3/i, Roma
  • Depubblicazione homepage: Lunedì, 18 Novembre 2019
Letto 249 volte Ultima modifica il Mercoledì, 13 Novembre 2019 12:33
Show Street View
Federica Q

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altro in questa categoria: « Tecniche d'evasione I have a dream »