Roma Culture Biblioteche di Roma Roman Multietnica

L’inarchiviabile

Nell’ambito del progetto "Transcultural Attentiveness" Goethe-Institut Rom presenta la mostra L’inarchiviabile. Radici coloniali strade decoloniali, a cura di Viviana Gravano e Giulia Grechi, in collaborazione con Routes Agency, MuCiv Museo delle Civiltà di Roma, AMM Archivio delle Memorie Migranti. Inaugurazione martedì 26 ottobre 2022.

Leggi di più...

Alfabeti riflessi. Arte e scrittura oltre i confini

Fino al 16 gennaio 2022 ai Musei di Villa Torlonia - Casina delle Civette si potrà visitare la mostra Alfabeti riflessi. Arte e scrittura oltre i confini 26 opere, nate dalla collaborazione di artisti di differenti paesi, testimoniano la ricerca di un linguaggio comune sull’arte incisoria. Le 26 opere realizzate a quattro mani racchiudono tutte una doppia identità creativa. La calligrafia araba, realizzata da Usama Saad, artista italo-egiziano, è stata utilizzata come quinta simbolica che accoglie la spiccata individualità con cui le artiste provenienti dal Bangladesh, Canada, Cina, Finlandia, Iran, Italia, Polonia, Tunisia e USA sono intervenute con proprie tecniche, stili e alfabeti diversi.

Leggi di più...

Be**pArt – la collettiva dell’Atelier Montez

Mercoledì 13 ottobre 2021 alle ore 11, presso la Sala Caduti di Nassirya di Palazzo Madama, si svolge la conferenza stampa di lancio di "Be**pArt", la collettiva più grande di sempre dell'Atelier Montez, con oltre 30mila opere pervenute da tutto il mondo. Durante l'appuntamento sarà presentata la start-up innovativa di Atelier Montez Artup srl. (Per gli uomini sono richieste giacca e cravatta). La conferenza stampa è visibile, una volta avviata, sulla web tv della Camera al link https://webtv.camera.it/.

Leggi di più...

Human Rights. La storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library

Riapre presso lo Spazio5 di via Crescenzio 99/D, in occasione della ricorrenza della nascita delle Nazione Unite, in anteprima fino al 12 marzo 2021, la mostra Human Rights. La storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library. L’esposizione, un’iniziativa del progetto History & Photography – La Storia raccontata dalla Fotografia, curato da Alessandro Luigi Perna e prodotto da Eff&Ci – Facciamo Cose di Federica Candela, è stata realizzata con immagini provenienti dagli archivi di stato americani – soprattutto dalla Library of Congress e US NARA.

Leggi di più...

L’istante in un Segno

Fino al 20 dicembre la Galleria SpazioCima in via Ombrone, 9 ospita le opere dell’artista italo-giapponese Yuriko Damiani, specializzata da venti anni nel settore delle porcellane. Con il progetto L’istante in un Segno l’artista approfondisce il tema degli Haiku, componimenti poetici giapponesi nati nel VII secolo, generalmente composto da tre versi per complessive diciassette morae. L’esposizione del progetto, curata e organizzata da Roberta Cima, è a ingresso libero, visitabile da lunedì a venerdì, dalle 15 alle 19. Dal 5 all’8 dicembre la galleria è visitabile solo su appuntamento, dalle h. 15 alle h. 19. L’artista sarà presente in galleria giovedì 3 dicembre dalle 16 alle 21: previsti ingressi contingentati. Verranno osservate tutte le regole nel rispetto delle misure anti Covid.

Leggi di più...

Armonie d’arte

Presso l'Ufficio Egiziano delle Relazioni Culturali e Didattiche in Via delle Terme di Traiano 13, è allestita la Mostra d’Arte collettiva Armonie d'arte a cura di Sonia Vecchio e Claudio Alicandri. La mostra è visitabile fino al 4 novembre 2020 dalle 10 alle 16 (sabato e domenica esclusi).

Leggi di più...

Città in sintesi. Piazze d’Europa e le loro storie

L'Accademia di Romania di Roma, con il sostegno dell'Istituto Culturale Romeno, apre al pubblico dal 5 novembre al 13 dicembre 2020 la mostra fotografica Città in sintesi. Piazze d’Europa e le loro storie - Un progetto di antropologia visiva. Nel giorno dell’apertura della mostra saranno presenti, insieme all'autore Cătălin D. Constantin, l'architetto Tancredi Carunchio, già professore di architettura all'Università La Sapienza di Roma e Carmen Dobrotă, assistente del progetto. Il catalogo in italiano sarà pubblicato con il sostegno dell’Amministrazione del Fondo Culturale Nazionale (AFCN Romania). La mostra propone un cambiamento di prospettiva sulle piazze delle città europee. Che si tratti di metropoli o di borghi, la piazza è il luogo più importante. È lì che conducono le arterie principali, che ci sono gli edifici e le statue più significative. La piazza centrale è una sintesi storica, architettonica, culturale, sociale del vivere cittadino e in questo senso è uno spazio privilegiato. Le foto in mostra, scattate con un drone professionale, danno una prospettiva aerea sulle piazze di diverse città storiche europee.

Leggi di più...

Human Rights. La storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library

Sabato 24 ottobre 2020 dalle 11.00 alle 20.00 presso lo Spazio5 di via Crescenzio 99/D, in occasione della ricorrenza della nascita delle Nazione Unite, è esposta in anteprima fino al 28 novembre 2020, la mostra Human Rights. La storia dell’ONU (e del Mondo) nelle più belle immagini della United Nations Photo Library. L’esposizione, un’iniziativa del progetto History & Photography – La Storia raccontata dalla Fotografia, curato da Alessandro Luigi Perna e prodotto da Eff&Ci – Facciamo Cose di Federica Candela, è stata realizzata con immagini provenienti dagli archivi di stato americani – soprattutto dalla Library of Congress e US NARA.

Leggi di più...

at. this moment mostra di Phanos Kyriacou

Fino al 15 novembre 2020 il MACRO, via Nizza 138, ospita at. this moment, prima personale dell'artista cipriota Phanos Kyriacou in Italia. L’artista presenta un nuovo gruppo di lavori, concepiti come un'unica grande installazione per gli spazi aperti del cortile centrale del museo. La mostra è visitabile su prenotazione e con dei limiti di capienza. Per la prima giornata, giovedì 15 ottobre, è prevista un'apertura speciale dalle ore 17 alle 22.  Sempre il 15 ottobre, alle ore 18.30, presso l'auditorium del museo, Phanos Kyriacou interviene inoltre nell'ambito di Una storia, il format di Museo per l'Immaginazione Preventiva che invita gli artisti a raccontare la loro personale "storia dell'arte". Per partecipare all'incontro, confermare la propria presenza all'indirizzo: booking@museomacro.it.

Leggi di più...

Storie di Quartiere

Mercoledì 16 settembre 2020 presso la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo, Viale Opita Oppio 41, è stata inaugurata la mostra fotografica Storie di Quartiere, curata da Marciapiedi Street Photography Expo: una ricerca fotografica sviluppata durante i primi mesi della pandemia causata dal Covid-19 focalizzandosi sulla realtà del Quadraro. Lo spirito resistente del quartiere ha guidato lo sviluppo di questa mostra, il cui progetto era stato pensato inizialmente dalla Biblioteca Cittadini del Mondo come una delle iniziative di Q44 in occasione dell'anniversario del rastrellamento nazifascista del 17 aprile del 1944. La narrazione fotografica della mostra ritrova questa identità resistente attraverso diverse prospettive: dalla documentazione delle iniziative solidali attivate dalle realtà associative territoriali, alla raccolta di immagini più intime e peculiari dei luoghi e dei rituali dell'ordinario. L'ingresso è gratuito.

Leggi di più...

I have a dream

Fino al 7 dicembre 2019 è possibile visitare la mostra I have a dream. La lotta per i diritti civili e politici degli Afroamericani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King, esposta in anteprima per il pubblico di Roma allo Spazio5 di via Crescenzio 99/D a cura di Alessandro Luigi Perna. La mostra racconta la condizione dei neri nelle campagne e nelle città degli Stati Uniti tra la fine della Guerra Civile Americana e gli anni ‘60 del Novecento, soffermandosi in particolare sugli eventi che portarono al Civil Rights Act del 1964 (che pose fine a ogni forma di discriminazione basata sulla razza, il colore della pelle, la religione, il sesso o le origini in ogni aspetto della vita pubblica) e al successivo Voting Rights Act del 1965 (che restaurò la tutela del diritto di voto a tutti i cittadini americani). Rivolta al grande pubblico e alle scuole, l’esposizione si compone di circa 200 immagini (riproduzioni digitali da stampe originali o da negativi, di cui oltre 60 stampate e le altre a monitor) provenienti per la maggior parte dagli Archivi di Stato americani, in particolare Library of Congress e National Archives and Records Administration. Molte delle foto esposte sono state realizzate da alcuni dei più grandi fotoreporter statunitensi dell’epoca.

Leggi di più...

Mondo Ex II

LIPA presenta la seconda tappa della rassegna Mondo Ex in omaggio a Predrag Matvejević, intitolata Ex Novo di Alessandro Ciafardini, Zhanna Stankovych, Zoran Cardula a cura di Luči Žuvela, fino al 17 novembre 2019 presso la Galleria Gard, via dei Conciatori, 3/i, nel cuore di Testaccio, baluardo di autentica romanità a ridosso della Piramide Cestia. Il 9 novembre 1989, trent’anni fa, la caduta del Muro di Berlino segnava l’inizio di un’epoca affollata del prefisso “ex”. Perché, come scrive Predrag Matvejević nel suo libro “Mondo Ex” a cui si ispira l’iniziativa dell’Associazione Lipa, “E’ legittimo domandarsi cosa significhi in realtà, essere “ex” o dirsi “ex”. Essere stato cittadino di una ex Europa finalmente affrancata, di una Ex Unione Sovietica disgregata, di una ex Jugoslavia distrutta?... Non essere più o non volere più essere ciò che si è stati o ciò che si presumeva essere?. Vernissage 8 Novembre 2019, ore 19.

Leggi di più...

Tecniche d’evasione

Fino al 6 gennaio 2020 il Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194, ospita la mostra Tecniche d'evasione Strategie sovversive e derisione del potere nell'avanguardia ungherese degli anni '60 e '70 a cura di Giuseppe Garrera, József Készman, Viktória Popovics e Sebastiano Triulzi. Disegni, sculture, fotografie, cartoline, dattiloscritti, manifesti, libri, opere e documenti relativi all'attività di un gruppo di artisti dissidenti ungheresi, risalenti agli anni Sessanta e Settanta: una straordinaria raccolta messa in salvo dal Museo Ludwig di Budapest.

Leggi di più...

L’Arca della salvezza

L’Associazione Culturale Imam Mahdi presenta sabato 28 settembre 2019, dalle ore 17 alle ore 20,  mostra L’Arca della Salvezza dell’artista iraniano Hassan Roholamin, che, dopo Parigi e Berlino, esporrà a Roma delle sue opere inedite dedicate a
"Islam e Cristianesimo: la Passione di Ashura".

Leggi di più...

Il ritratto di Istanbul, la“Nuova Roma”

Fino al 5 giugno 2019 presso la Galleria Arte Russo in Via Alibert 20 è possibile visitare la mostra collettiva dedicata alla città di Istanbul, curata da Maria Cecilia Vilches Riopedre e organizzata in collaborazione con l’Ambasciata di Turchia a Roma. In mostra, le opere di un gruppo di nove artisti europei: Enrico Benetta, Diego Cerero Molina, Luca Di Luzio, Manuel Felisi, Michael Gambino, Veronica Montanino, Tommaso Ottieri, Giorgio Tentolini, Simafra. Una mostra che evoca il più ampio concetto di città  ponte fra Istanbul e Roma.

Leggi di più...

Sguardi

Fino al 16 marzo 2019  in via di Sant'Antonio all'Esquilino 3E è possibile visitare Sguardi, una mostra fotografica frutto della collaborazione tra le associazioni Attiva-Mente, Baobab Experience e Chiaroscuro. Si tratta di organizzazioni molto diverse tra loro, che hanno cercato di comporre un racconto per immagini della città di Roma, un racconto che svela Roma e il punto di vista di chi la osserva. In un gioco che intreccia il guardare e l’essere a propria volta visti, la soggettività di chi ha scattato le fotografie qui in mostra ha determinato l’inquadratura ed è diventata visibile, o meglio è diventata oggetto di ulteriori narrazioni da parte di noi spettatori. Sguardi descrive e suscita visioni molteplici, un flusso di parole silenziose che parlano di ciò che è umano in tutte le lingue del mondo.

Leggi di più...

Il Castello dei Destini Riscontrati

Fino al 26 febbraio 2019, l’Accademia di Romania in Roma organizza la mostra d’arte contemporanea Il Castello dei destini riscontrati, nella Galleria d’arte dell’Accademia di Romania in Roma in Viale delle Belle Arti 110. Opere di Cătălin-Petru Tăvală, Nicoleta Baciu, Andreea Hoha, Maria-Laura Şonfălean.

Leggi di più...

La Siria bizantina

Il patrimonio culturale della Siria bizantina prima della guerra in una mostra fotografica al Museo dell’Arte Classica della Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza Università di Roma, piazzale Aldo Moro, 5. La mostra fotografica, volta a illustrare il patrimonio monumentale e archeologico della Siria bizantina, uno straordinario territorio oggi purtroppo in parte devastato da anni di conflitti, è ideata e curata da Alessandra Guiglia e Eva Staurenghi, nell’ambito di un progetto espositivo dell’ex Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo, oggi confluito del nuovo Dipartimento SARAS (Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo), e del Museo dell’Arte Classica della Sapienza. Attraverso una serie di pannelli, l´esposizione documenta i siti monumentali della Siria bizantina, molti dei quali dichiarati patrimonio dell´Umanità dall’UNESCO, ma spesso lasciati in ombra dalle più celebri testimonianze dell’età classica e dell’età islamica. Visita guidata venerdì 21 dicembre 2018 alle ore 17.

Leggi di più...