Lunedì, 09 Gennaio 2012 11:05

Eight Kilos

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Fino al 10 febbraio presso l'Ufficio cultura e informazioni della Turchia, piazza della Repubblica 55-56, sarà possibile vedere la mostra Eight Kilos, della pittrice turca Müjde Kotil (orario di visita: dal lunedì al venerdì ore 10-17; ingresso gratuito).

Fino al 10 febbraio presso l'Ufficio cultura e informazioni della Turchia, piazza della Repubblica 55-56, sarà possibile vedere la mostra Eight Kilos, della pittrice turca Müjde Kotil (orario di visita: dal lunedì al venerdì ore 10-17; ingresso gratuito).

Ufficio cultura e informazioni della Turchia
piazza della Repubblica 55-56.
tel. 06 4871190 - 06 4871393 - fax 06 4882425
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.turchia.it


'Müjde Kotil è nata nel 1983 a Istanbul, Turchia. Quando nacque, nessuno poteva immaginare quanto i pennelli, i colori e le tele avrebbero significato per lei da quel momento.

Cominciò ad amare i colori già in età prescolare. La rottura con il suo primo amore, l’acquerello, si verificò al momento di finire la Arif Senel Elementary School nel 1994. Il suo eterno amore, il colore ad olio, la seguì quando si recò negli Stati Uniti subito dopo la maturità presso la Nisantasi Isik High School nel 2001. La Laurea in Scienze conseguita come migliore studente presso l’Art Institute of California, seguita dal Diploma Associates in Arts conseguito presso l’Irvine Valley College, sono stati il frutto del suo primo amore.

L’artista, che dopo il ritorno dagli Stati Uniti nel 2007 ha creato un originale mondo fatto di pennelli, colori e tele, descrive così il suo lavoro “Dipingere è lo scopo della mia vita. La mia gioia, la mia tristezza, la mia speranza, il mio incubo.” Müjde Kotil, che riflette il suo mondo interiore sulle tele, continua il suo lavoro nel suo studio di Istanbul, città dove ha esibito i suoi lavori in numerose mostre personali e collettive.

Tutti i lavori di Müjde Kotil sono legati alla figura umana. Il suo lavoro è surreale, solitamente interpreta a suo modo emozioni, sentimenti e il loro riflesso sui volti delle persone. Solitamente i soggetti sono amici, familiari o conoscenti. Il suo motto è “Vivi per l’arte di vivere”.'

 
Silvia Barbarotta, PR & Communication Consultant
cell. 339.3728738 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Giovedì, 01 Novembre 2012
  • data fine: Martedì, 02 Ottobre 2012
Letto 1738 volte Ultima modifica il Giovedì, 12 Gennaio 2012 16:41
Federica Q

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.