Lunedì, 14 Gennaio 2013 13:01

Tarik Berber

Vota questo articolo
(0 Voti)

Tarik Berber nato a Banjaluka (Bosnia Erzegovina) nel 1980. Vive e lavora tra Bolzano e Firenze. Fugge presto dalla sua terra d'origine e si stabilisce con la famiglia a Bolzano. Già prima di trasferirsi a Firenze per gli studi accademici, riceve riconoscimenti ed esemplari attestati di stima, che ne valorizzano il talento cristallino. All'inaugurazione del nuovo Museo di Arte Contemporanea di Isernia (MACI), nella primavera del 2004, presenta, il più giovane artista invitato ad esporre, una figura colta in primo piano, permeata da un'aurea sacrale, di stampo espressionista, che calamita l'attenzione di critica e pubblico.

Tarik Berber nato a Banjaluka (Bosnia Erzegovina) nel 1980. Vive e lavora tra Bolzano e Firenze. Fugge presto dalla sua terra d'origine e si stabilisce con la famiglia a Bolzano. Già prima di trasferirsi a Firenze per gli studi accademici, riceve riconoscimenti ed esemplari attestati di stima, che ne valorizzano il talento cristallino. All'inaugurazione del nuovo Museo di Arte Contemporanea di Isernia (MACI), nella primavera del 2004, presenta, il più giovane artista invitato ad esporre, una figura colta in primo piano, permeata da un'aurea sacrale, di stampo espressionista, che calamita l'attenzione di critica e pubblico.

Le maggiori manifestazioni fieristiche non solo italiane consolidano un fermento di attenzione senz'altro inconsueto per la giovane età di Tarik Berber. E’ invitato, nel corso del 2005, in importanti collettive sulle migliori espressioni di artisti emergenti: Altre Voci Altre Stanze, Le Ciminiere – Catania, alla LV Aperture, Rassegna internazionale d’arte G.B. Salvi, Sassoferrato (Ancona) ed a Roma alla Biennale d’Arte Contemporanea InTranSito. Le figure colte in primo piano sono avvolte da un’aurea mistica, appaiono provenire da lontano e si generano da un processo instancabile di sovrapposizione materica il cui risultato è una dirompente forza monumentale.
Fonte: http://www.exmarmi.com

Letto 1832 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Gennaio 2013 13:19