Monday, 12 September 2016 15:19

Ponti di Speranza

Written by
Rate this item
(0 votes)

Venerdì 16 settembre 2016 dalle ore 17.30 alle ore 20 presso la Casa Internazionale delle Donne in via della Lungara, 19 Cultura è Libertà presenta il primo appuntamento della rassegna, Ponti di Speranza: Seminario e Laboratorio. Il Seminario prevede la partecipazione di Amal Kaawash (cantante e disegnatrice palestinese per la prima volta in Italia) che parlerà del suo impegno con i profughi a Beirut, e presenta i disegni di “Meiroun”, la bambina-ombra palestinese dalle lunghe trecce, simbolo del desiderio di libertà per la Palestina e per tutte le donne del mondo arabo. Segue Andrea Costa, coordinatore del centro Baobab a Roma, che racconta la sua esperienza al Centro che ha accolto centinaia di profughi. Infine, Helmi M’hadhbi, musicista e musico-terapeuta tunisino, presenta e dirige il Laboratorio In cerca di un futuro migliore, con la partecipazione di Andrea Costa e un gruppo di profughi del centro Baobab. Un’occasione unica per esplorare insieme il senso che le diverse culture attribuiscono al “fare musica”. Ingresso libero.

Venerdì 16 settembre 2016 dalle ore 17.30 alle ore 20 presso la Casa Internazionale delle Donne in via della Lungara, 19 Cultura è Libertà presenta il primo appuntamento della rassegna, Ponti di Speranza: Seminario e Laboratorio. Il Seminario prevede la partecipazione di Amal Kaawash (cantante e disegnatrice palestinese per la prima volta in Italia) che parlerà del suo impegno con i profughi a Beirut, e presenta i disegni di “Meiroun”, la bambina-ombra palestinese dalle lunghe trecce, simbolo del desiderio di libertà per la Palestina e per tutte le donne del mondo arabo. Segue Andrea Costa, coordinatore del centro Baobab a Roma, che racconta la sua esperienza al Centro che ha accolto centinaia di profughi. Infine, Helmi M’hadhbi, musicista e musico-terapeuta tunisino, presenta e dirige il Laboratorio In cerca di un futuro migliore, con la partecipazione di Andrea Costa e un gruppo di profughi del centro Baobab. Un’occasione unica per esplorare insieme il senso che le diverse culture attribuiscono al “fare musica”. Ingresso libero.

Casa Internazionale delle Donne
via della Lungara, 19

Read 915 times Last modified on Monday, 19 September 2016 12:02
Giorgia DM

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.