Friday, 17 July 2009 02:00

Museo nazionale d’arte orientale

Rate this item
(0 votes)
Il Museo Nazionale d'Arte Orientale "Giuseppe Tucci" custodisce all’interno di Palazzo Brancaccio i reperti degli scavi delle missioni archeologiche italiane in Iran, Pakistan e Afghanistan, oltre che gli oggetti acquistati in Nepal e Tibet da Giuseppe Tucci (uno fra i massimi orientalisti del Novecento) e collezioni di oggetti di vari periodi provenienti dal vicino ed estremo oriente. Nel corso degli anni il patrimonio del museo si è arricchito grazie agli acquisti effettuati dallo stato, a donazioni da parte di privati ed enti, a scambi con vari paesi asiatici.
Attualmente i settori visitabili del museo sono: Vicino e Medio Oriente Antico, Islam, Tibet e Nepal, India e Gandhara, Estremo-Oriente.
Il settore Islam comprende una ricca collezione di oggetti provenienti sia da scavi archeologici, sia da acquisti sul mercato antiquario, ed appartengono alla produzione di diversi paesi quali Turchia, Iraq, Iran, Afghanistan, Asia centrale, India nonché Egitto e Spagna. Cronologicamente il materiale ricopre un lungo periodo che va dall’VIII all’inizio del XIX secolo. Gli oggetti della raccolta (oltre 2.000 esemplari) afferiscono a diversi classi di produzione, quali ceramica, metallistica, miniatura, numismatica, gioielleria, arte tessile, e sono realizzati in vari materiali e tecniche.
Ogni domenica il museo, che ospita anche alcune esposizioni temporanee, offre al pubblico la visita guidata gratuita.
Il Museo Nazionale d'Arte Orientale "Giuseppe Tucci" custodisce all’interno di Palazzo Brancaccio i reperti degli scavi delle missioni archeologiche italiane in Iran, Pakistan e Afghanistan, oltre che gli oggetti acquistati in Nepal e Tibet da Giuseppe Tucci (uno fra i massimi orientalisti del Novecento) e collezioni di oggetti di vari periodi provenienti dal vicino ed estremo oriente. Nel corso degli anni il patrimonio del museo si è arricchito grazie agli acquisti effettuati dallo stato, a donazioni da parte di privati ed enti, a scambi con vari paesi asiatici.
Attualmente i settori visitabili del museo sono: Vicino e Medio Oriente Antico, Islam, Tibet e Nepal, India e Gandhara, Estremo-Oriente.
Il settore Islam comprende una ricca collezione di oggetti provenienti sia da scavi archeologici, sia da acquisti sul mercato antiquario, ed appartengono alla produzione di diversi paesi quali Turchia, Iraq, Iran, Afghanistan, Asia centrale, India nonché Egitto e Spagna. Cronologicamente il materiale ricopre un lungo periodo che va dall’VIII all’inizio del XIX secolo. Gli oggetti della raccolta (oltre 2.000 esemplari) afferiscono a diversi classi di produzione, quali ceramica, metallistica, miniatura, numismatica, gioielleria, arte tessile, e sono realizzati in vari materiali e tecniche.
Ogni domenica il museo, che ospita anche alcune esposizioni temporanee, offre al pubblico la visita guidata gratuita.
Orario: lun, mer, ven e sab dalle 8.30 alle 14; mar, giov, dom e festivi dalle 8.30 alle 19.30
chiuso: I e III lunedì del mese
come raggiungere il museo: autobus 16, 714; metro A (Vittorio), Metro B (Cavour)
Biglietteria: tel. 06 4874415 / 06 4875077 fax 06 4870624
Ingresso libero per i cittadini italiani e dell’Unione Europea minori di anni 18 e maggiori di anni 65, per gli studenti di Conservazione dei Beni Culturali, Architettura e Lettere (indirizzo storico-artistico e archeologico).
Biglietto intero: euro 4, ridotto: euro 2.
Ingresso e servizi per i portatori di handicap.

via Merulana, 248 (Esquilino)
tel. 06 46974801-02-03
direzione: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
servizio didattico: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
www.museorientale.it
Read 1980 times Last modified on Thursday, 16 September 2010 12:38
More in this category: Museo Barracco »