Roma Culture Biblioteche di Roma Roman Multietnica

Un viaggio diverso dagli altri. Festeggiamenti per i 30 anni del Cies

Il CIES onlus, festeggia i suoi 30 anni di lavoro nell’ambito della solidarietà, della cooperazione internazionale e dell’Intercultura.
All’Acquario Romano - Casa dell'Architettura, piazza Manfredo Fanti 47, fino a lunedì 17 febbraio si svolgeranno incontri, mostre e performance artistiche; sarà anche allestita per le scuole la mostra interattiva “Rotte Migranti” che con un gioco di ruolo fa rivivere ai visitatori il viaggio dl migranti e richiedenti asilo. Al'interno il programma.

Si comincia 14 febbraio con un incontro dal titolo: «Le cittadinanze possibili. Solidarietà, Cooperazione, Intercultura» a cui sono stati invitati rappresentanti delle istituzioni, associazioni, organismi con cui il CIES ha lavorato in questi anni e con cui vogliamo ragionare su questi temi. Durante l’incontro si ascolteranno le esperienze di operatori (mediatori, educatori, cooperanti) attivi sia in Italia sia all’estero. A seguire sarà presentato lo spettacolo «Altrove. Città e invisibili», di Gabriele Linari, realizzato dai ragazzi del Centro Aggregazione Giovanile del CIES, MateMù.
Il 15 febbraio è in programma l’evento «Storie di Diritti e Identità. I nuovi cittadini si raccontano tra musica, letteratura, danza, cinema e teatro», una tavola rotonda ma anche una non-stop di performance artistiche e incontri con diversi protagonisti della società civile (giovani di seconda generazione, insegnanti, scrittori, registi, musicisti).

Per tutta la durata dell’evento sarà possibile visitare la mostra multimediale «Da Somafco a Lampedusa», allestita dall’artista romano Daniele Spanò, nell’anello situato al piano rialzato. Si tratta di una mostra sui trenta anni di attività del CIES che “scorreranno” su monitor e schermi e saranno raccontati da filmati, immagini, audiobook e videointerviste.
Somafco e Lampedusa: due realtà distanti nel tempo con cui il CIES ha lavorato, l’una “rifugio” dei giovani esuli sudafricani in esilio in Tanzania negli anni 80, l’altra il ben noto “ponte” di ingresso in Europa di centinaia di migliaia di profughi provenienti da tutto il Continente Africano.

Una parte della sala grande - piano terra - sarà occupata dalla mostra interattiva «Rotte Migranti», destinata nelle mattine del 14, 15 e 17 febbraio alle scuole e nel pomeriggio del 14, su prenotazione, agli adulti. Il percorso dura circa 75 minuti ed è gestito da 8 animatori e fa rivivere ai visitatori il viaggio di migranti e richiedenti asilo, con la stessa metodica, il gioco di ruolo, utilizzato dalla mostra interattiva «Sola Andata».

Nella sala grande - piano terra - sarà proiettato un video appositamente creato per i trenta anni del CIES e immagini dei progetti più significativi. Inoltre saranno attivati collegamenti skype e interviste con operatori CIES che lavorano nei progetti di cooperazione internazionale.

Programma in allegato

Casa dell'Architettura
Piazza Manfredo Fanti, 47


CIES_14.17_feb_Roma.pdf

Informazioni aggiuntive

Data inizio:29/01/2023

Data fine:29/01/2023

Indirizzo:Piazza Manfredo Fanti, 47 roma

Pubblicato il