Lunedì, 15 Giugno 2020 11:22

Giornata Mondiale del Rifugiato 2020 - Voci connesse nella resilienza In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si rinnova nel 2020 l’impegno del Servizio Intercultura di Biblioteche di Roma in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, l’appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di rifugiati e richiedenti asilo. La  Giornata Mondiale del Rifugiato 2020 sarà una giornata diffusa, dilatata nella settimana che la comprende: dal 15 al 20 giugno 2020 la pagina Facebook di Roma Multietnica sarà il teatro virtuale di una manifestazione che vuole dare voce ai rifugiati e alle realtà che lavorano insieme e intorno a loro.

Si rinnova nel 2020 l’impegno del Servizio Intercultura di Biblioteche di Roma in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, l’appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di rifugiati e richiedenti asilo. La  Giornata Mondiale del Rifugiato 2020 sarà una giornata diffusa, dilatata nella settimana che la comprende: dal 15 al 20 giugno 2020 la pagina Facebook di Roma Multietnica sarà il teatro virtuale di una manifestazione che vuole dare voce ai rifugiati e alle realtà che lavorano insieme e intorno a loro.

In un momento di emergenza globale che rivela le enormi diseguaglianze economiche e sociali che affliggono il nostro pianeta, appare in maniera altrettanto chiara e inequivocabile la connessione tra tutti gli esseri umani. Una giornata per ascoltare più da vicino le voci di chi è costretto a fuggire da violenze e guerre, lasciando la propria casa e i propri affetti per affrontare, nella fuga, viaggi pericolosissimi per poter ricominciare una nuova vita e vedere rispettati i propri diritti fondamentali.

Oltre ai contributi video di esperti e giornalisti e delle associazioni che si occupano di soccorso in mare, accoglienza, assistenza sanitaria e psicologica ai migranti, tutela del lavoro, ampio spazio sarà dato alle storie di resistenza e resilienza di tante persone che sono riuscite e cercano in continuazione di superare gli ostacoli, ricostruire prospettive e ricostruirsi: attraverso il lavoro, nelle sue varie forme, dall’agricoltura all’artigianato, alla cucina, esperienze spesso anche creative e socialmente utili che danno un contributo ricchissimo al paese che li accoglie.

Come tutti gli anni, oltre alle testimonianze e all’informazione non mancheranno letteratura, performance di danza, musica, moda, fotografia.

La Giornata Mondiale del Rifugiato di quest’anno è dedicata alla memoria dell’ivoriano Maouka Sékou Diabaté, figura di riferimento nel panorama culturale africano a Roma, recentemente scomparso. Griot, mediatore per nascita, come lui stesso amava definirsi, ha dedicato gran parte della sua vita alla causa dei rifugiati, lavorando a lungo e con impegno come interprete presso le Commissioni Territoriali. E’ stato mediatore culturale nelle scuole, dj, presentatore, conduttore radiofonico del programma Afri-Kan di Radio Città Futura, attivista all’interno del Movimento degli Africani per il riconoscimento dei diritti e della cultura africana, di cui è stato divulgatore per eccellenza. Maouka Sékou Djabaté ha speso l’intera sua esistenza a creare dialogo, connessioni e vicinanza tra le persone grazie alla musica, di cui era un fine conoscitore, e alla sua peculiare capacità affabulatoria. Nel corso degli ultimi anni ha dato un prezioso contributo anche nel contesto culturale delle Biblioteche di Roma, non ultima la conduzione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2018.

Programma della settimana

LUNEDI' 15 GIUGNO
ORE 11.30 Civico Zero
ORE 13.30 Amal For Education
ORE 15.30 Stefano Romano - fotografo
ORE 17.30 Luca Attanasio, giornalista ed esperto di immigrazione
ORE 19.30 Intersos

MARTEDI' 16 GIUGNO
ORE 11.30 Soumaila Diawara - poeta maliano
ORE 13.30 Bazar Taverna Curdo Meticcia
ORE 15.30 Lignarius
ORE 17.30 Baobab Experience
ORE 19.30 Kunga/Sonam Tsering - disegnatore e pittore tibetano

MERCOLEDI' 17 GIUGNO
ORE 11.30 Diritti al Cuore Onlus
ORE 13.30 ASCS Onlus
ORE 15.30 Cies Onlus
ORE 17.30 Video presentazione del libro "A braccia aperte", di Carlo Ruggiero. Ne parlano l'autore ed il giornalista Emiliano Sbaraglia
ORE 19.30 Nosa - stilista nigeriano
ORE 21.00 Annalisa Camilli, giornalista ed esperta di immigrazione

GIOVEDI' 18 GIUGNO
ORE 11.30 Grei250
ORE 13.30 OneWorldKitchen
ORE 15.30 Ebrahim Mahfoud - fotografo siriano
ORE 17.30 Fasasi Sculptor/Fasasi Abeedeen Tunde- scultore nigeriano
ORE 19.30 Amnesty International
ORE 21.00 Emergency

VENERDI' 19 GIUGNO
ORE 11.30 Medu - Medici per i diritti umani
ORE 13.30 Open Arms
ORE 15.30 Liberi Nantes
ORE 17.30 Olivier Bitoden e Jeanne Jeanette Pouade - Coro degli Angeli Universitari
ORE 19.30 Associazione Kora - contaminazioni sartoriali
ORE 21.00 Refugees Welcome

SABATO 20 GIUGNO
ORE 11.30 Sos Mediterranée
ORE 13.30 Cittadini del mondo
ORE 15.30 Hummustown
ORE 17.30 UNHCR
ORE 19.30 Ashai Lombardo Arop - artista danzatrice italo-sudsudanese
ORE 21.00 Mediterranea

per vedere tutti i contributi video:
https://www.facebook.com/watch/romamultietnica.it/687034021847459/

Letto 181 volte Ultima modifica il Martedì, 16 Giugno 2020 18:33