Martedì, 19 Aprile 2016 15:12

Festa della Liberazione multiculturale al Parco Sangalli

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lunedì 25 aprile 2016 al Parco Giordano Sangalli a Tor Pignattara, dalle ore 11 fino a tarda sera, si terrà Festa della Liberazione multiculturale, organizzata da una serie di associazioni che si riconoscono nel simbolo “I Love Torpigna”. Tor Pignattara, multiculturale e poliedrica per vocazione, celebra così la festa della Liberazione con una giornata ricca di contributi e contaminazioni che raccontano le varie forme di “resistenza” quotidiana che la attraversano. Si inizia la mattina alle 11.00 con diverse attività, laboratori e performance, tra cui il laboratorio di stampa serigrafica per bambini. Dalle prime ore del pomeriggio, dopo il picnic, diversi musicisti si alterneranno in un viaggio musicale tra folk romano, world music e hip-hop. Pgoramma completo all'interno.

Lunedì 25 aprile 2016 al Parco Giordano Sangalli a Tor Pignattara, dalle ore 11 fino a tarda sera, si terrà Festa della Liberazione multiculturale, organizzata da una serie di associazioni che si riconoscono nel simbolo “I Love Torpigna”. Tor Pignattara, multiculturale e poliedrica per vocazione, celebra così la festa della Liberazione con una giornata ricca di contributi e contaminazioni che raccontano le varie forme di “resistenza” quotidiana che la attraversano. Si inizia la mattina alle 11.00 con diverse attività, laboratori e performance, tra cui il laboratorio di stampa serigrafica per bambini. Dalle prime ore del pomeriggio, dopo il picnic, diversi musicisti si alterneranno in un viaggio musicale tra folk romano, world music e hip-hop. Pgoramma completo all'interno.


IL PROGRAMMA
Si inizia la mattina alle 11.00 con diverse attività, laboratori e performance, tra cui il laboratorio di stampa serigrafica per bambini a cura di ELSE Edizioni con l’illustratrice francese Sylvie Bello.  


Dalle prime ore del pomeriggio, dopo il picnic, diversi musicisti si alterneranno in un viaggio musicale tra folk romano, world music e hip-hop.


Si parte alle 15.00 con Susanna Buffa e Stefania Placidi, voce e chitarra, che ci immergono in un repertorio popolare di canzoni di guerra, di resistenza, della tradizione romana e del folk americano.


Sarà poi di scena il duo Traindeville, composto da Ludovica Valori e Paolo Camerini, "romani di nascita, nomadi per vocazione". Di ritorno da un fortunato tour nei club di NYC ci conducono in un appassionante viaggio tra le sonorità del pianeta che spazia dal folk inglese alla musica balcanica e klezmer, dal flamenco alla canzone romana.


Sarà poi di scena un duo d’artisti d’eccezione, il siriano Saleh Tawil e il percussionista indiano Rashmi V. Bhatt, entrambi nomi affermati della world music.


Ancora contaminazioni di generi e suoni con i MoonStars Studio, trio di giovanissimi musicisti di origini bengalesi, cresciuti tra Tor Pignattara e Tor Bella Monaca "con l'accento romano e il cuore a Dhaka".


Sarà proprio la loro voce, quella delle nuove generazioni che premono per il cambiamento, a condurci nel mondo musicale di AMIR ISSAA. Accompagnato da dj Leva57, Amir si esibisce per la prima volta con un suo live nel quartiere in cui è nato e cresciuto, e con cui ha mantenuto sempre un forte legame.
 
Durante le performance musicali, recital dal libro IL PREZZO DELLA LIBERTA' di Saadat Hasan Manto (Ed. Fuorilinea), uno dei più grandi narratori del Novecento, che ha descritto la follia del “confine” in ogni sua accezione, e di SCRITTI E LETTERE SULLA RESISTENZA A TOR PIGNATTARA, con gli attori Eleonora Turco e Alessandro Di Somma (Teatro Studio Uno). Le letture sono introdotte da Mara Matta (ISO-Istituto Italiano Studi Orientali) e Stefania Ficacci (Dipartimento Storia Culture e Religioni) dell'Università La Sapienza.
 
Con la Festa del 25 aprile, le associazioni organizzatrici della giornata si fanno promotori inoltre del progetto di posa delle Stolpersteine (Pietre d'inciampo), dell'artista tedesco Gunter Demnig, installazione artistica urbana contemporanea che vuole ricordare alle comunità di quartiere i luoghi e le persone che hanno subito la deportazione razziale, politica e militare durante l'occupazione nazifascista dell'Europa. Il comitato promotore dell'iniziativa nel quartiere di Tor Pignattara coinvolgerà i cittadini nella posa delle prime 6 Pietre d'inciampo per i partigiani rastrellati il 14 marzo 1944 e trucidati alle Fosse Ardeatine. La posa avverrà nel gennaio del 2017 alla presenza dell'artista e delle istituzioni e associazioni coinvolte, nonché delle scuole e dei cittadini. Un intervento indispensabile per promuovere la riscoperta della memoria resistenziale e del ruolo centrale che Tor Pignattara svolse nella lotta per la liberazione.

Tutto il programma su www.ilovetorpigna.it
 
Per info:
Carla Ottoni
cell. 333 5922989
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Lunedì, 25 Aprile 2016
  • data fine: Lunedì, 25 Aprile 2016
  • Indirizzo: Parco Giordano Sangalli, roma
Letto 1280 volte Ultima modifica il Martedì, 26 Aprile 2016 11:30
Show Street View
Alice D

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.