Roma Culture Biblioteche di Roma Roman Multietnica

Tram 83

Il Tram 83 è il giardino delle delizie e l’allucinato epicentro della“Città-Paese”, capitale di un imprecisato ma riconoscibile stato africano: prostitute di ogni età, musicisti scalcagnati, turisti a scopo di lucro, minatori alcolizzati e faccendieri carichi di soldi sporchi, stranieri in cerca di fortuna e locali in cerca di un diversivo alla miseria si incrociano e rimescolano nel bar a luci rosse piú fornito – di bevande, divertimento e carne di cane – della città. È la frontiera africana, niente regole e l’imperativo categorico della sopravvivenza per tutti.

Leggi di più...

Un oceano, due mari, tre continenti

Il viaggio di Nsaku Ne Vunda ha inizio nel 1583 in una notte di tempesta, nel piccolo villaggio di Boko, «una contrada di misteri e magia, dove i morti a volte si aggiravano tra i vivi in una promiscuità mistica che sfidava le leggi della ragione». Cresciuto nel rispetto degli antenati e delle tradizioni del suo popolo, studia alla scuola dei missionari nella capitale del regno del Congo, dove viene ordinato prete con il nome di don Antonio Manuel. Tornato nel villaggio natale, si dedica alla costruzione di una cappella e percorre la provincia allo scopo di convincere donne e uomini a unirsi alla comunità dei cristiani. Un destino inaspettato però lo attende. Convocato da re Alvaro II, viene nominato ambasciatore presso la Santa Sede con una missione segreta: informare il papa della tratta degli schiavi che riduce i suoi connazionali in catene.

Leggi di più...

Le cicogne sono immortali

Continuazione ideale di Domani avrò vent’anni, questo romanzo ci riporta nella Pointe-Noire di fine anni Settanta, in tre giorni cruciali nella storia del Congo-Brazzaville. Ritroviamo Michel, il piccolo sognatore, oggi un ragazzino con la testa sempre tra le nuvole; Papà Roger, attaccato ventiquattro ore su ventiquattro alla radio per ascoltare le ultime notizie dal mondo; Mamma Pauline, la venditrice di caschi di banane, forte, impavida; insieme a una spassosa carrellata di personaggi. Non mancano i cinema Rex e Duo, che trasmettono sempre i soliti fi lm, il quartiere Trois-Cents, quello delle prostitute, e tutti i luoghi cari alla memoria di Mabanckou e dei suoi lettori.

Leggi di più...

Mattatoio dei sogni o la colpa è di Bende, il primo uomo, per aver per aver boicottato la creazione?

Giovedì 30 gennaio 2020 presso Villa Medici in viale Trinità dei Monti, 1 alle ore 19 è previsto l'evento Mattatoio dei sogni o la colpa è di Bende, il primo uomo, per aver per aver boicottato la creazione? discussione e performance di Sammy Baloji, artista in arti plastiche e fotografo, e Fiston Mwanza Mujila, poeta, scrittore di Tram 83 (nominato al Man Bookers Prize) e professore di letteratura africana a Gratz. Il progetto attuale di Sammy Baloji svela le strategie contemporanee di reinvenzione della memoria nel Congo e nella sua diaspora. Su queste basi, al di fuori del suo contributo alla mostra “Congo as Fiction” del Museo Rietberg, egli invita l’autore Fiston Mwanza Mujila e due musicisti che lo accompagnano nelle sue performance a riflettere, partendo dall’ambito che li compete.

Leggi di più...

Diego Bianchi e Medici Senza Frontiere presentano CongoTour

Giovedì 11 luglio 2019 dalle ore 21.115 al Casale della Cervelletta in via della Cervelletta Diego Bianchi (Zoro) e Giorgia Girometti, operatrice di Medici senza Frontiere, presentano CongoTour, un diario-reportage tra le metropoli e le aree più remote del paese per documentare il lavoro dei medici della Ong nei territori martoriati dalla guerra.

Leggi di più...

Maman Colonelle

Lunedì 14 gennaio 2019 alle ore 20, presso l’Institut français - Centre Saint-Louis di Roma, in Largo Giuseppe Toniolo, 20-22 si terrà la proiezione del film-documentario Maman Colonelle di Dieudo Hamadi, accompagnata da un dibattito con due operatori umanitari di Medici Senza Frontiere attiva nel paese dal 1977. Una serata dedicata alla Repubblica democratica del Congo, per conoscere più a fondo questo paese non solo attraverso il cinema, ma anche grazie alla testimonianza diretta di chi ha lavorato in questo contesto di conflitto e continua instabilità.

Leggi di più...

La felicità degli uomini semplici

Da Boualem Sansal a Noo Saro-Wiwa, da Mike Nicol a Abdourahman A. Waberi, da Helon Habila a Lucy Mushita, da Florent Couao-Zotti a In Koli Jean Bofane – oltre, naturalmente, a Alain Mabanckou, curatore di questo nuovo progetto di 66thand2nd, in occasione degli Europei 2016. Quindici racconti sul calcio firmati da altrettanti autori africani: il calcio come spazio dell’immaginario, come collante sociale, come fuga dal reale o come specchio delle tensioni politiche odierne.

Leggi di più...

Peperoncino

Mosè e Bonaventure sono cresciuti insieme nell’orfanotrofio di Loango. Sono amici per la pelle, anche quando Bonaventure fa domande inopportune e a Mosè viene una gran voglia di picchiarlo. A Loango, tra il catechismo con Papà Moupelo e le affettuose cure di Sabine Niangui, non si sta poi così male, ma siamo in un’epoca di grande fermento, la Repubblica popolare del Congo si sta trasformando in un avamposto africano dell’Unione Sovietica, e all’improvviso arriva la Rivoluzione. Niente più catechismo, niente più danze dei pigmei dello Zaire.

Leggi di più...

Congo 19 dicembre. Cronaca di una Strage annunciata

In  vista  della mobilitazione del prossimo 19 dicembre 2016 l’associazione di donne di origine congolese Tam Tam D’Afrique  organizza un pomeriggio informativo e di dibattito sul futuro della Repubblica Democratica del Congo, che si terrà venerdì 2 dicembre 2016 alle ore 15 presso il Salone  di S. Egidio in via di San Gallicano, 25/a.

Leggi di più...

Dark Soul. Viaggio nel mondo invisibile

Lunedì 7 dicembre 2015 alle ore 19, presso la Fiera Piùlibri piùliberi, Palazzo dei Congressi - piazzale Kennedy, si terrà la presentazione del libro Dark Soul. Viaggio nel mondo invisibile (Infinito edizioni), degli autori Giancarlo De Cataldo e Francesca Marchi, con le illustrazioni di Luca Saraceni. saranno presenti gli autori. Il Congo, culla dell’umanità, e la sua contraddittoria capitale, sono il teatro della vicenda di Shako e Lukaya, bambini di strada con una volontà di sopravvivenza che ha più dell'animale che dell'uomo, in una giungla urbana che non ha leggi né valori.

Leggi di più...

Congo Inc.

Troppo alto per i pigmei ma troppo basso per tutti gli altri, il giovane Isookanga non si rassegna a vivere nel suo villaggio sperduto nella foresta equatoriale e a piegarsi alle tradizioni come vorrebbe il vecchio zio Lomama. Affascinato da internet e dalle infinite opportunità offerte dalla globalizzazione, decide di tentare la fortuna a Kinshasa, dove si unisce agli shégué – i ragazzi di strada – e diventa socio di un cinese che commercia in sacchetti di acqua potabile.

Leggi di più...

Tram 83

Il Tram 83 è il giardino delle delizie e l’allucinato epicentro della“Città-Paese”, capitale di un imprecisato ma riconoscibile stato africano: prostitute di ogni età, musicisti scalcagnati, turisti a scopo di lucro, minatori alcolizzati e faccendieri carichi di soldi sporchi, stranieri in cerca di fortuna e locali in cerca di un diversivo alla miseria si incrociano e rimescolano nel bar a luci rosse piú fornito – di bevande, divertimento e carne di cane – della città.

Leggi di più...

Le luci di Pointe-Noire

Dopo ventitré anni Alain Mabanckou torna nella sua Pointe-Noire. Invitato dall’Institut français per un ciclo di conferenze, alloggia in un appartamento per artisti e scrittori dove, appeso alla parete del salotto, c’è un quadro che ritrae una donna dallo sguardo triste. Durante il soggiorno, oltre agli impegni uffciali, si dedica alla scrittura del suo libro di ricordi, ma è bloccato, ha un nodo in gola.

Leggi di più...

Pezzi di vetro

Al Credito a morte passa un’umanità composita, allegra e tragica, accomunata da una spiccata propensione alla bottiglia e dalla voglia di raccontare le proprie miserie e nobiltà. Una ricchezza che andrà perduta se nessuno fisserà su carta la storia di questo bar unico al mondo, aperto ogni giorno ventiquattro ore su ventiquattro grazie alla tenacia di Lumaca testarda, fondatore e padrone del leggendario ritrovo. Il compito viene affidato a Pezzi di vetro, cliente storico del locale, ex insegnante elementare amante del vino e delle belle lettere.

Leggi di più...

Sapori Congolesi

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, l’associazione di donne congolesi Tam Tam D’Afrique invita domenica 8 marzo 2015 dalle ore 12 presso le sale della Città Dell’Altra Economia in Largo Dino Frisulli all'evento Sapori Congolesi, un pranzo congolese di beneficenza con poesia, cibo, musica e yogurt biologico. I proventi della giornata andranno a finanziare un progetto creato da Tam Tam D’Afrique a favore della lotta alla violenza sulle donne. Il Premio Nobel per la Pace 2011, Leymah Gbowee è tra i sostenitori morali del progetto.

Leggi di più...

54° anniversario dell’Indipendenza della Repubblica Democratica del Congo

Domenica 29 Giugno 2014 dalle ore 16 fino a tarda sera, presso La Bibliotechina in via Di Val Fiorita 10, la comunità congolese (RDC) con il patrocinio dell'Ambasciata, celebra il 54° anniversario dell'Indipendenza della Repubblica Democratica del Congo inglobando l’iniziativa Africa Calls. Il tema scelto per il 2014 è: Dal retaggio alle conseguenze del Congresso di Berlino, alla chiave di lettura della storia contemporanea africana. Di seguito il programma.

Leggi di più...

Zitto e muori

Approdato nella capitale francese con il falso nome di José Montfort, il venticinquenne congolese Julien Makambo viene preso sotto l’ala protettrice del connazionale Pedro, che lo introduce, tra mestieri illeciti e monolocali affollati, nella suburbia parigina. Gli affari vanno a gonfie vele finché Pedro non decide di coinvolgerlo in una missione misteriosa. E così, un venerdì 13, Julien si ritrova nel posto sbagliato al momento sbagliato: rue du Canada, XVIII arrondissement, accanto al corpo senza vita di una ragazza bionda, precipitata da uno degli appartamenti che affacciano sulla strada.

Leggi di più...