Roma Culture Biblioteche di Roma Roman Multietnica

Tamara cammina sulle acque

(Traduzione di Elisa Carandina)
Sotto lo sguardo di Tamara emergono il passato e i segreti della sua famiglia dai ricordi e dalle rivelazioni dei vari personaggi.

Leggi di più...

Editore:Fazi

Anno:2004

Autore:Shifra Horn

Pubblicato in Shifra Horn Etichettato sotto

Un arabo buono

Questo romanzo è uno dei libri più arditi, audaci e coraggiosi della letteratura israeliana. Yosef, il protagonista del romanzo, è arabo da parte di padre ed ebreo da parte di madre. Nel suo desiderio di appartenenza e nella sua anima sensibile d’artista si rispecchiano la storia e le ambizioni di due popoli irrequieti: un’eredità eccessiva e non sostenibile. In una lunga confessione, Yosef scandaglia la storia della sua famiglia ripercorrendo con commozione sugli amori e i rapporti di amicizia che si sono intessuti nel tempo e che hanno dato vita a quel frutto ibrido e sofferente che egli sente di essere.

Leggi di più...

La sposa liberata

Incapace di sopportare l'infelicità del figlio, il professor Rivlin tenta di riallacciare i legami con la famiglia dell'ex nuora. Iniziano cosí le sue indagini, e le sue visite, per venire a capo di un enigma che lo fa macerare nell'ansia. Il professore ebreo, tuttavia, non riuscirà a risolvere il mistero da solo, e gli arabi, temuti e amati, arriveranno ad aiutarlo.

Leggi di più...

Fontanella

(Traduzione di Elena Loewenthal)
Grazie a una sensibilità particolare, Mikhael riesce a captare ciò che agli altri sfugge.

Leggi di più...

Post mortem

Il mondo di "Post mortem" è quello degli ebrei di Tel Aviv, e in particolare quello degli immigrati in fuga dalla Germania fra gli anni Venti e Quaranta del Novecento. Kaniuk, ripercorrendo gli eventi tragici e insieme quotidiani che smembrarono la sua famiglia fino a farla sparire, si tiene lontano da ogni ripiegamento sentimentale. La scomparsa di una così fitta ragnatela di parentele diventa occasione per dissezionare anche il mito della grande famiglia patriarcale della tradizione ebraica e farne il bersaglio della sua pungente scrittura.

Leggi di più...

Tutti i racconti

Il libro raccoglie tutti i racconti scritti da Yehoshua: dodici storie pervase da atmosfere surreali, nelle quali i personaggi si muovono in bilico tra sogno e realtà, preda di un disagio che si trasforma in stanchezza, in un bisogno incontrollato di dormire. Sono dei perdenti, gli «eroi» di Yehoshua; uomini stanchi, incapaci di raggiungere i propri scopi, privi di certezze, e quando le certezze sembrano esistere sono destinate a soccombere.

Leggi di più...

Una storia di amore e di tenebra

Un’autobiografia in forma di romanzo che è anche un bilancio di sessant’anni di storia ebraica nello stato di Israele.
Muovendosi avanti e indietro nel tempo, Oz ricostruisce una saga familiare che vede protagoniste quattro generazioni e confluisce attorno al mistero di una figura femminile sfuggente e inafferrabile.
Un racconto di grande forza evocativa sui libri, sulle biblioteche private e circolanti, sulla passione per la lettura.
Una versione della storia di Oz si trova in Fino alla morte. Tredici storie israeliane di Igal Sarna (La Giuntina, 1997).

Leggi di più...

In fine (1984)

(Traduzione di Elena Loewenthal)
La storia di un ingegnere di Tel Aviv che si scopre ammalato di ipertensione, e da questa scoperta viene spinto in una crisi generale che coinvolge se stesso e il mondo che lo circonda.
Meir, il protagonista, è il tipico anti-eroe israeliano, ossessionato dalla propria impotenza e dal proprio fallimento.
“Cantore della Tel Aviv laica, Shabtai ha descritto in modo impietoso la saga di una generazione vissuta all’ombra delle grandi imprese sioniste, i cui esponenti, soprattutto maschili, sono preda di un’angoscia senza fine, incapaci di portare a termine una qualsivoglia azione” (E. Trevisan Semi).
Il romanzo è stato pubblicato postumo, a cura della moglie dell’autore.

Leggi di più...

Tigerhill

Una mattina una giovane donna si sveglia con il presentimento che il sogno appena fatto contenga qualche realtà. Contemporaneamente un attentato devasta la città e miete tre morti. La protagonista ripensa a tutta la vicenda e ricorda di aver fotografato poco tempo prima un importante scrittore, si convince poi che l'attentato fosse rivolto contro di lei e da quel momento inizia una avventura che la porterà lontano. Un thriller anomalo, dove la soluzione più logica si nasconde nell’irrazionale.

Leggi di più...