Martedì, 08 Gennaio 2019 11:02

Curdi In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il libro analizza la storia e la cultura dei curdi, a partire proprio da quel superamento di idea di nazione che il popolo senza stato, diviso da innumerevoli confini, ha dovuto interpretare nell’esperienza del confederalismo democratico.
Chi sono i curdi? Da dove arrivano? Dove vivono? I curdi esistono nella loro identità transnazionale, nonostante le loro divisioni interne dovute all’esistenza di clan e famiglie rivali, del patriarcato e di donne impegnate militarmente nella resistenza armata all’Isis, che aggiungono al superamento del sovranismo l’emancipazione femminile da una cultura fatta di montagne impenetrabili, fiumi che furono la culla della civiltà prima di essere imbrigliati in sistemi di dighe e fare da sfondo a impianti petroliferi.

Il libro analizza la storia e la cultura dei curdi, a partire proprio da quel superamento di idea di nazione che il popolo senza stato, diviso da innumerevoli confini, ha dovuto interpretare nell’esperienza del confederalismo democratico.
Chi sono i curdi? Da dove arrivano? Dove vivono? I curdi esistono nella loro identità transnazionale, nonostante le loro divisioni interne dovute all’esistenza di clan e famiglie rivali, del patriarcato e di donne impegnate militarmente nella resistenza armata all’Isis, che aggiungono al superamento del sovranismo l’emancipazione femminile da una cultura fatta di montagne impenetrabili, fiumi che furono la culla della civiltà prima di essere imbrigliati in sistemi di dighe e fare da sfondo a impianti petroliferi.
Il libro propone un’analisi della storia, della cultura, delle lotte e delle risorse curde sulla base delle diverse aree geografiche che fanno da sfondo alla loro storia. La grande questione curda viene presa in esame e ripercorsa da quattro voci differenti: ANTONELLA DE BIASI, giornalista professionista freelance, si concentra sui CURDI DI TURCHIA con un approfondimento sulla centralità della FIGURA FEMMINILE nell’evoluzione della società patriarcale curda; lo studioso e attivista di diritti umani e mediazione internazionale GIOVANNI CAPUTO racconta I CURDI IN SIRIA a partire dall’inizio della guerra civile. A KAMAL CHOMANI, giornalista curdo-iracheno, spetta il capitolo riguardante i rapporti interni alla COMUNITÀ che fa capo a ERBIL, mentre NICOLA PEDDE, direttore dell’Institute for Global Studies e direttore della ricerca per il Medio Oriente al Centro Militare di Studi Strategici, tira le conclusioni appuntando la propria attenzione sui  CURDI IN IRAN.


Autori:
Antonella De Biasi
Giovanni Caputo
Kamal Chomani
Nicola Pedde


Informazioni aggiuntive

Letto 343 volte Ultima modifica il Martedì, 08 Gennaio 2019 11:10